18 migliori tecniche di generazione di idee

Pubblicato: 2015-05-15

Le idee sono cose che vanno e vengono e anche abbastanza frequentemente. Tuttavia, le idee davvero grandiose di solito nascono inaspettatamente nei momenti di ispirazione. Diventa più facile avere grandi idee quando ci liberiamo dai pensieri banali, quotidiani e convenzionali che occupano lo spazio del pensiero nel nostro cervello.

18 migliori tecniche di generazione di idee

Shutterstock.com | CHAINFOTO24

Questo articolo fornisce una 1) breve nota sulle tre fasi di un'ideazione di successo e 2) 18 tecniche di generazione di idee killer .

BREVE NOTA SULLE TRE FASI DI UN'IDEAZIONE DI SUCCESSO

Un'organizzazione deve seguire tre fasi principali, vale a dire la generazione, la selezione e l'implementazione per un'ideazione di successo.

Fase #1: Generazione

Per molte aziende, utilizzare l'ideazione per affrontare un problema o un'esigenza specifica è spesso un buon punto di partenza. La maggior parte delle aziende è in grado di identificare facilmente questo tipo di esigenze: la decisione principale è se contribuiscono a un approccio di ideazione. Dopo la risoluzione dei problemi, arrivano altre due opportunità chiave per utilizzare l'ideazione: le competenze chiave e le intuizioni dei consumatori.

Le competenze chiave, in riferimento all'ideazione, hanno a che fare con lo sfruttamento dell'ideazione per sviluppare le capacità di un'azienda. In questo tipo di ideazione, l'organizzazione è alla ricerca di nuove applicazioni o nuovi mercati per servizi/prodotti esistenti.

Le intuizioni del consumatore, con riferimento all'ideazione, hanno a che fare con l'utilizzo di principi di ricerche di mercato convenzionali (ad esempio: focus group e sondaggi) e implementandoli nel contesto di un ambiente comune di condivisione delle idee. I sondaggi sono efficaci anche se presentano alcuni inconvenienti: gli intervistati non sarebbero in grado di visualizzare altre risposte (per votare su/giù o commentare) e le percentuali di risposta sono generalmente piuttosto basse. Anche i focus group sono efficaci anche se non riescono a raggiungere le vette dell'ideazione online a causa di fattori come i vincoli di prezzo che impediscono loro di accedere a un pool di partecipanti più grande.

Fase 2: Selezione

La scelta delle migliori idee per un business online inizia molto prima dell'inizio del processo di ideazione. È essenziale fissare i criteri in base ai quali le idee devono essere valutate, chi sarebbe responsabile della valutazione delle idee e come le idee migliori sarebbero date ai team interni interessati per un'ulteriore valutazione o esecuzione. Un adeguato processo di selezione inizia con l'uso di tag o etichette per organizzare le idee in gruppi significativi. Un esempio potrebbero essere le etichette disposte lungo le linee di prodotto (come telefono, laptop, tablet) e i tag di livello inferiore, concentrandosi sugli attributi (navigazione facile, portatile, lunga durata della batteria, leggero) e/o sulle caratteristiche (display, funzionamento sistema, interfaccia). L'etichettatura e l'etichettatura dovrebbero essere seguite da una priorità per essere certi che le idee più essenziali raggiungano la fase di applicazione/esecuzione.

Fase n. 3: implementazione

Il successo dell'implementazione dipende dalla capacità di un'organizzazione di scegliere le idee migliori e intraprendere azioni basate su di esse. Dipende anche dall'organizzazione che disponga di flussi di lavoro appropriati in modo che i gruppi giusti prendano parte al momento opportuno alle tre fasi del processo di ideazione. La composizione di questi flussi di lavoro (che richiamano ruoli e aspetti di responsabilità particolari) è molto essenziale per le organizzazioni se devono avviare qualsiasi sforzo di ideazione. Le persone nei ruoli chiamati dovrebbero essere pronte ad accogliere nuove idee che non provengono dall'interno dell'azienda e possibilmente possono essere incentivate o comunque riconosciute per la loro disponibilità a implementare il nuovo approccio.

18 TECNICHE DI GENERAZIONE DI IDEE KILLER

1. SCAMPER

SCAMPER è una tecnica di generazione di idee che utilizza i verbi d'azione come stimoli. È un noto tipo di lista di controllo sviluppata da Bob Eberie che aiuta la persona a trovare idee per modifiche che possono essere apportate a un prodotto esistente o per realizzare un nuovo prodotto. SCAMPER è un acronimo con ogni lettera che rappresenta un verbo d'azione che a sua volta indica un suggerimento per idee creative.

  • S – Sostituto
  • C – Combina
  • A – Adatta
  • M – Modifica
  • P – Dare un altro uso
  • E – Elimina
  • R – Inverso

2. Brainstorming

Questo processo implica la generazione di un numero enorme di soluzioni per un problema specifico (idea) con enfasi sul numero di idee. Nel corso del brainstorming, non c'è valutazione delle idee. Quindi, le persone possono esprimere liberamente le proprie idee senza timore di critiche. Anche le idee bizzarre/strane sono accettate a mani aperte. In effetti, più folle è l'idea, meglio è. Domare è più facile che pensare.

Spesso le idee vengono mescolate per creare una buona idea, come indicato dallo slogan "1+1=3". Il brainstorming può essere svolto sia individualmente che in gruppo. Il tipico gruppo di brainstorming comprende da sei a dieci persone.

3. Mappatura mentale

Il Mindmapping è una tecnica grafica per immaginare connessioni tra varie informazioni o idee. Ogni fatto o idea viene scritto e quindi collegato tramite curve o linee al suo fatto o idea minore o maggiore (precedente o successivo), costruendo così una rete di relazioni. È stato Tony Buzan, un ricercatore del Regno Unito, a sviluppare la tecnica "mappatura mentale" discussa nel suo libro "Use your Head" (1972). La mappatura mentale è utilizzata nel brainstorming, nella pianificazione di progetti, nella risoluzione dei problemi e nel prendere appunti. Come nel caso di altri metodi di mappatura, anche l'intenzione alla base della mappatura del cervello è catturare l'attenzione e acquisire e inquadrare le informazioni per consentire la condivisione di concetti e idee.

Per iniziare con le mappe mentali, il partecipante deve solo scrivere una frase o una parola chiave al centro della pagina. Quindi, deve scrivere qualsiasi altra cosa gli venga in mente sulla stessa pagina. Dopodiché, deve cercare di stabilire collegamenti come menzionato nel paragrafo precedente.

4. Sintesi

La sinottica è una tecnica di generazione di idee creative e di risoluzione dei problemi che suscita processi di pensiero di cui il soggetto potrebbe non essere consapevole. È un modo di affrontare la risoluzione dei problemi e la creatività in modo razionale. Il merito di aver inventato la tecnica che ha avuto inizio nell'Arthur D. Little Invention Design Unit, va a William JJ Gordon e George M. Prince.

Lo studio Synectics ha cercato di indagare il processo creativo mentre è in corso. Secondo JJ Gordon, tre presupposti chiave sono associati alla ricerca Synectics.

  • È possibile descrivere e insegnare il processo creativo
  • I processi di invenzione nelle scienze e nelle arti sono analoghi e innescati dagli stessi processi “psichici”
  • La creatività di gruppo e quella individuale sono analoghe

5. Storyboard

Lo storyboard ha a che fare con lo sviluppo di una storia visiva da spiegare o esplorare. Gli storyboard possono aiutare le persone creative a rappresentare le informazioni acquisite durante la ricerca. Immagini, citazioni dell'utente e altre informazioni pertinenti sono fissate su una bacheca di sughero o su qualsiasi superficie comparabile, per rappresentare uno scenario e aiutare a comprendere le relazioni tra le varie idee.

6. Gioco di ruolo

Nella tecnica del gioco di ruolo, ogni partecipante può assumere una personalità o un ruolo diverso dal proprio. Poiché la tecnica è divertente, può aiutare le persone a ridurre le proprie inibizioni e ad avere idee inaspettate.

7. Elenco degli attributi

L'elenco degli attributi è un approccio analitico per riconoscere nuove forme di un sistema o prodotto identificando/riconoscendo le aree di miglioramento. Per capire come migliorare un particolare prodotto, viene suddiviso in parti, vengono annotate le caratteristiche fisiche di ciascun componente e vengono spiegate e studiate tutte le funzioni di ciascun componente per verificare se eventuali modifiche o ricombinazioni danneggerebbero o migliorerebbero il prodotto.

8. Visualizzazione e suggerimenti visivi

La visualizzazione consiste nel pensare visivamente alle sfide in modo da comprendere meglio il problema. È un processo di incubazione e illuminazione in cui il partecipante si prende una pausa dal problema in questione e si concentra su qualcosa di completamente diverso mentre la sua mente continua inconsciamente a lavorare sull'idea. Questo diventa una fase di illuminazione in cui il partecipante ottiene improvvisamente una diversità di soluzioni e le scrive rapidamente, creando così nuove linee parallele di pensiero.

I suggerimenti delle immagini aiutano molto quando si tratta di consentire al cervello di stabilire connessioni. Questi suggerimenti possono aiutare a far emergere emozioni, sentimenti e intuizioni. Ciò li rende particolarmente utili per il brainstorming di soluzioni a sfide innovative che coinvolgono le persone e problemi con una profonda causa psicologica o emotiva.

Per iniziare con l'uso delle immagini, il facilitatore distribuisce una serie di immagini preselezionate: ogni partecipante ne riceve una. Chiede inoltre ai partecipanti di scrivere qualunque idea gli venga in mente quando guardano l'immagine in loro possesso. Secondo Bryan Mattimore (attualmente co-fondatore di The Growth Engine Company), le immagini dovrebbero essere visivamente interessanti, ritrarre una molteplicità di soggetti e devono rappresentare le persone in molti tipi diversi di relazioni e interazioni con altre persone.

Dopo questo, i partecipanti si accoppiano e usano più tempo, condividendo e parlando delle idee che hanno escogitato e cercando di trovare più soluzioni al problema/sfida esistente. Infine, le varie coppie presentano le loro idee al resto del gruppo.

Mattimore suggerisce di adattare le immagini al carattere della sfida che i partecipanti devono risolvere. Quindi, se la sfida riguarda l'industria manifatturiera, potresti considerare di avere immagini di natura industriale. Tuttavia, dovresti assolutamente includere anche alcune immagini irrilevanti o casuali perché potrebbero essere questo tipo di immagini che innescano le soluzioni più innovative.

9. Analisi morfologica

L'analisi morfologica ha a che fare con il riconoscimento degli aspetti strutturali di un problema e lo studio delle relazioni tra di essi. Ad esempio: immagina che il problema sia trasportare un oggetto da un luogo a un altro tramite un veicolo a motore. Le dimensioni significative sono: il tipo di veicolo (carrello, imbracatura, letto, sedia); la fonte di energia (motore a combustione interna, aria compressa, motore elettrico); e il mezzo (aria, superficie dura, rotaie, rulli, olio, acqua). Quindi, un veicolo simile a un carrello che si muove su servizi grezzi con un motore a combustione interna per alimentarlo è l'automobile. L'aspettativa è che sarebbe possibile determinare alcune nuove combinazioni.

10. Relazioni forzate

È una tecnica semplice che prevede l'unione di idee completamente diverse per ottenere un'idea nuova. Sebbene la soluzione possa non essere strettamente unica, spesso si traduce in un assortimento di combinazioni che sono spesso utili. Molti prodotti che vediamo oggi sono il risultato di relazioni forzate (come un orologio digitale che ha anche una calcolatrice, biglietti d'auguri musicali e un coltellino svizzero). La maggior parte di queste idee potrebbe non essere scoperte rivoluzionarie, ma sono comunque prodotti vantaggiosi e di solito hanno un potenziale mercato nella società. Robert Olson ha fornito un esempio di analogia forzata nel suo libro "The Art of Creative Thinking". Confronta diversi aspetti di una struttura organizzativa aziendale con la struttura di una scatola di fiammiferi.

11. Sognare ad occhi aperti

Sebbene per lo più non sia stato accolto con approvazione, sognare ad occhi aperti è davvero uno dei modi più fondamentali per innescare grandi idee. La stessa parola "sogno ad occhi aperti" innesca involontariamente un processo di pensiero disinibito e giocoso, incorporando la creatività e l'intraprendenza del partecipante per giocare con il problema presente. Consente a una persona di stabilire una connessione emotiva con il problema, il che è vantaggioso in termini di idea meravigliosa. Il focus del sogno ad occhi aperti produttivo è un obiettivo particolare, indipendentemente dal fatto che sembri un compito poco pratico. Un sacco di famosi inventori si sono cimentati in sogni ad occhi aperti in passato, innescando così idee che hanno contribuito a invenzioni che alterano la vita. L'aereo ne è l'esempio più notevole. Se i fratelli Wright non avessero lasciato correre la loro immaginazione pensando al volo, probabilmente saremmo ancora in viaggio in traghetto.

12. Pensiero inverso

Come suggerisce il termine stesso "pensiero inverso", invece di adottare il modo logico e normale di guardare una sfida, lo inverti e pensi a idee opposte. Ad esempio: 'come posso raddoppiare la mia base di fan?' può cambiare in 'come faccio ad assicurarmi di non avere alcun fan?' Potresti notare che la maggior parte dei partecipanti troverebbe più facile produrre idee per la "sfida negativa" semplicemente perché è molto più divertente. Tuttavia, non dedicare troppo tempo alla generazione inversa delle idee: vanno bene 10-15 idee sbagliate. Dopo che una sessione è finita, puoi continuare nell'atmosfera dell'idea inversa con una nuova sfida oppure fare l'inversione ancora una volta per renderla più forte. Un esempio per quest'ultimo è "Non aggiornerò mai nessuno dei miei social network" cambiando in "Aggiornerò sempre tutti i miei social network".

13. Assunzioni in discussione

La maggior parte delle industrie ha un'ortodossia: convinzioni inespresse ma profondamente radicate che tutti sostengano le cose. Purtroppo, non riescono a rendersi conto che mettendo in discussione i presupposti in ogni fase dello sviluppo del servizio o del prodotto, possono effettivamente consentire la nascita di nuove possibilità e idee.

Ecco come Mattimore suggerisce di mettere in discussione i presupposti: i partecipanti dovrebbero iniziare stabilendo la struttura per la sfida creativa. Successivamente, dovrebbero produrre da 20 a 30 ipotesi (indipendentemente dal fatto che siano vere o false). Il passaggio successivo consiste nel selezionare diversi presupposti dai molti generati e utilizzarli come stimoli di idee e spunti di riflessione per generare nuove idee.

14. Genio accidentale

Il genio accidentale è una tecnica relativamente nuova che utilizza la scrittura per attivare le migliori idee, contenuti e intuizioni.

15. Scrittura del cervello

Scrivere il cervello è facile. Invece di chiedere ai partecipanti di gridare idee, viene detto loro di scrivere le loro idee relative a un problema specifico oa una domanda su fogli di carta, per un piccolo numero di minuti. Successivamente, ogni partecipante può trasmettere le proprie idee a qualcun altro. Questo qualcun altro legge le idee sul foglio e ne aggiunge di nuove. Dopo qualche altro minuto, i singoli partecipanti sono nuovamente obbligati a passare i loro documenti a qualcun altro e così il processo continua. Dopo circa 15 minuti, tu o qualcun altro potete raccogliere i fogli da loro e pubblicarli per una discussione istantanea.

16. Desiderando

Questa tecnica può essere iniziata chiedendo l'irraggiungibile e poi facendo un brainstorming di idee per renderlo o almeno un'approssimazione di esso, una realtà. Inizia rendendo tangibili i desideri. Dovrebbe esserci collaborazione tra i membri del team per produrre da 20 a 30 desideri relativi alla tua attività. L'immaginazione di tutti dovrebbe essere incoraggiata a scatenarsi: più l'idea è bizzarra, meglio è. Non ci dovrebbero essere restrizioni al pensiero.

Il passo successivo è concentrarsi su alcuni di questi desideri irraggiungibili e utilizzarli come stimoli creativi per innescare idee nuove ma più pratiche. Mattimore suggerisce di chiedere al team di affrontare il problema da diverse prospettive (immagina come lo vedrebbe una persona di un altro pianeta o di un'altra industria o professione) o di rifletterci sopra. Questo tipo di gioco di ruolo aiuta ad allontanarsi dai modelli di pensiero convenzionali per vedere nuove possibilità.

17. Socializzare

Se i dipendenti si limitano a frequentare colleghi e amici, potrebbero trovarsi in una routine di pensiero. Lascia che utilizzino tutte quelle connessioni LinkedIn per iniziare alcune conversazioni fantastiche. Prospettive rinfrescanti aiuteranno a far emergere nuovi pensieri e probabilmente, uno o due fulmini. Socializzare nel contesto dell'ideazione può anche significare parlare con gli altri su argomenti che non hanno nulla a che fare con il problema attuale.

18. Collaborazione

Come indica il termine, la collaborazione consiste nel fatto che due o più persone si uniscono per lavorare per un obiettivo comune. I designer lavorano spesso in gruppo e si impegnano nella creazione collaborativa nel corso dell'intero processo creativo.

Tecniche di generazione di idee di Hershey Desai

Come è abbastanza chiaro da questo blog, l'era della generazione di idee noiosa e convenzionale è finita da tempo ed è tempo di abbracciare tecniche di ideazione divertenti e innovative. Come accennato in precedenza, più creativo è il processo di pensiero, più stravaganti e probabilmente migliori sono le idee e le soluzioni che possiamo aspettarci.