Guida al marketing CBD (2021): come potenziare la tua attività CBD online CBD

Pubblicato: 2021-06-26

Da quando la US Farm Bill 2018 è stata approvata e la canapa industriale è diventata legale, l'industria della cannabis si è espansa. Ora, il CBD è diventato mainstream negli Stati Uniti con il mercato che dovrebbe raggiungere i 23,7 miliardi di dollari entro il 2023.

Gruppo campo chiaro
Immagine tramite gruppo campo chiaro

I prodotti CBD non inebrianti (come l'olio CBD) hanno molti acquirenti. I consumatori appartengono a tutti i gruppi di età, paesi e persino specie.

Sorpreso dall'ultimo pezzo?

Non sto scherzando. Le persone danno da mangiare CBD ai loro animali domestici per alleviare il dolore e l'ansia da temporale.

Man mano che i consumatori apprendono i vantaggi del CBD, molti imprenditori si sono buttati nella mischia con prodotti CBD innovativi. È un mercato competitivo e molti marchi, grandi e piccoli, stanno lottando per ottenerne una fetta.

Come puoi battere la concorrenza?

Utilizzando una strategia di marketing CBD che differenzia il tuo marchio CBD dai tuoi concorrenti. Una strategia che ti aiuta a catturare l'attenzione del tuo pubblico di destinazione e a convertirlo in clienti fedeli.

Suona bene?

Quindi, continua a leggere. Questo post è una guida completa al marketing digitale del CBD. Ti guida attraverso le fasi del marketing della cannabis in modo che tu possa afferrare un pezzo di questa torta in crescita.

Ma prima, capiamo il CBD e alcune delle sfide che i marchi e gli esperti di marketing di CBD stanno affrontando.

Sommario

Che cos'è il CBD?

Il cannabidiolo (CBD) è un composto naturale che si trova nelle piante di cannabis. Gli scienziati hanno isolato più di 120 cannabinoidi nella pianta. Uno di questi è il tetraidrocannabinolo (THC), che provoca gli effetti psicoattivi della marijuana. Secondo il National Institute of Drug Abuse, il THC attiva i recettori cerebrali per produrre uno "sballo".

In che modo il CBD differisce dal THC?

Non è psicoattivo e non provoca lo "sballo" associato alla marijuana. Viene spesso venduto sotto forma di olio, gel, integratori, cartucce per vaporizzatori, estratti, balsami per le labbra, gomme e altro.

La FDA ha approvato l'uso del CBD solo nel trattamento di due forme gravi di epilessia. Recentemente, hanno approvato una soluzione orale contenente CBD per il trattamento delle convulsioni nei bambini causate dalla rara condizione del complesso della sclerosi tuberosa (TSC).

Oltre a ciò, molte persone credono che il CBD possa alleviare la schizofrenia, il dolore cronico e i disturbi del sonno. Tuttavia, non è stata trovata alcuna prova medica conclusiva di ciò.

Man mano che sono emerse informazioni più favorevoli sui benefici per la salute del CBD, questo ingrediente si è fatto strada in molti beni di consumo, come oli, caffè, scrub per il viso e acqua frizzante.

Perché il CBD è diventato popolare?

La popolarità è dovuta principalmente alla legalizzazione dei cannabinoidi per i mercati tradizionali. Altre ragioni di questa popolarità includono:

  • Nessun "sballo": come sottolineato in precedenza, il CBD non ti dà uno sballo. Con effetti psicoattivi trascurabili, è un'opzione interessante per le persone che cercano di alleviare il dolore o lo stress. Ha anche creato un fiorente mercato per ricercatori, agricoltori e investitori.
  • È legale : la maggior parte degli stati degli Stati Uniti ha legalizzato l'uso del CBD per uso medico o personale. Nella maggior parte degli stati, i consumatori possono acquistare prodotti CBD senza una tessera sanitaria.
  • Potrebbe essere un trattamento alternativo efficace: molte persone affermano di trarre beneficio dal CBD come opzione di trattamento. Il National Center for Biotechnology Information riferisce che il CBD può ridurre le crisi epilettiche nei bambini.
  • È popolare tra gli influencer: con il CBD che mostra un grande potenziale commerciale, un certo numero di marchi di CBD hanno collaborato con gli influencer del CBD per promuoverlo sui social media. Questi influencer aiutano a diffondere la consapevolezza sui benefici per la salute del CBD.

Comprendere le sfide del marketing CBD CBD

Nonostante la crescente consapevolezza e un clima legale più favorevole, i marketer di CBD affrontano molte restrizioni pubblicitarie e altre sfide, tra cui:

Leggi severe

L'industria del CBD è cresciuta in gran parte grazie al Farm Bill 2018. Tuttavia, non è legale in tutti gli stati, e anche negli stati che ne consentono l'uso, la legge è severa su come commercializzare i prodotti CBD.

La tua strategia di marketing CBD deve essere conforme alle leggi e ai regolamenti applicabili. Devi stare attento quando scrivi testi di marketing, post sui social media o testimonianze.

Cosa comportano queste regole?

Secondo la FDA, i marketer che vendono prodotti a base di canapa CBD dovrebbero seguire le linee guida stabilite dal Federal Food, Drug, and Cosmetic Act (FD&C Act).

Non è possibile affermare che i prodotti siano integratori alimentari o trattamenti testati dal punto di vista medico per qualsiasi malattia, a meno che non siano supportati da un parere medico affidabile e pertinente. La FDA potrebbe considerare questo marketing ingannevole

Le dichiarazioni sui tuoi prodotti CBD e sulla tua attività dovrebbero essere supportate da prove. Non dovrebbero includere affermazioni esagerate o infondate.

Problemi di pagamento

Le questioni legali sui cannabinoidi collocano i prodotti CBD in una categoria ad alto rischio. Di conseguenza, la maggior parte dei processori di pagamento è riluttante a lavorare con aziende che commercializzano prodotti CBD.

Un mercato saturo

Man mano che il CBD si evolve in un mercato di consumo, sono emerse nuove sfide. L'aumento della domanda di prodotti CBD ha portato a una forte concorrenza tra i fornitori di CBD. Ciò significa che hai bisogno di una solida strategia di marketing CBD per superare la concorrenza.

Questo inizia scegliendo una categoria in cui è più probabile che tu abbia successo. Il tuo prodotto CBD dovrebbe concentrarsi sull'alleviare il dolore negli esseri umani o negli animali domestici? O fornire altro sollievo terapeutico?

Se trovi una misura adeguata, puoi posizionare meglio il tuo marchio.

Preoccupazioni dei consumatori

In un recente sondaggio di Quartz, il 38% degli americani ha affermato di non conoscere gli effetti collaterali del CBD e il 33% è preoccupato per i suoi effetti quando viene utilizzato con farmaci da prescrizione.

Alcune persone temono che l'assunzione regolare di CBD possa renderli suscettibili alla tossicodipendenza da cannabis.

L'incertezza sui prodotti CBD può suscitare timori tra alcuni potenziali acquirenti e questo complica il marketing del CBD.

Mercato di destinazione poco chiaro

Chi sono i tuoi clienti target? Anziani o giovani? Uomini o donne? Secondo una recente ricerca, gli adulti statunitensi tra i 25 ei 35 anni usano il CBD più di quelli di altre fasce d'età.

4A'S
Immagine tramite 4A'S

Il rapporto ha anche scoperto che gli uomini hanno maggiori probabilità di usare il CBD rispetto alle donne.

Tuttavia, uno studio Gallup ha affermato che le donne hanno maggiori probabilità di usarlo per l'ansia rispetto agli uomini.

Ciò evidenzia la confusione generale su come le persone usano il CBD.

Lo studio Gallup ha mostrato che tra gli adulti americani che consumano CBD, gli uomini hanno maggiori probabilità delle donne (15% contro 8%) di utilizzare prodotti CBD per aiutarli a dormire. Tra questi stessi adulti, il 40% lo usa per alleviare il dolore, il 20% per l'ansia e l'11% per l'insonnia.

Ciò significa che non puoi indirizzare tutti con la stessa proposta. Devi considerare l'età, la posizione e i dati demografici dei tuoi acquirenti target. Dovrai anche determinare quali condizioni/sintomi stai prendendo di mira con il tuo messaggio.

Questi fattori possono aiutare i marchi di CBD a creare una strategia di marketing vincente.

Strategia di marketing CBD definitiva per il 2021

Data la concorrenza, hai bisogno di una strategia di marketing CBD che sia provata e testata. Ecco alcune tattiche vincenti.

Ricerca i tuoi consumatori e concorrenti

Il tuo marketing CBD dovrebbe iniziare determinando il tuo pubblico di destinazione. Sono uomini? Donne? Persone in determinate fasce d'età? Comprendi le loro esigenze e aspettative e quali tipi di prodotti soddisferanno tali esigenze.

Ricerca sul pubblico

Il National Center for Biotechnology Information (NCBI), nel suo studio trasversale sugli utenti di cannabidiolo, ha scoperto che quasi il 62% degli utenti di CBD lo ha consumato per curare una condizione medica. Le prime tre condizioni per le quali queste persone usavano il CBD erano ansia, dolore e depressione.

Analizziamo le preferenze dei prodotti CBD.

Synthesio ha utilizzato strumenti di ascolto sociale per sintonizzarsi sulle conversazioni sociali dei consumatori di CBD. Hanno diviso i prodotti CBD in quattro categorie di prodotti: sublinguale (olio CBD), inalazione (penne per vaporizzatori), orale (gommose, capsule, barrette di cioccolato) e topica (creme, lozioni, maschere, shampoo).

Circa il 68% delle conversazioni riguardava prodotti sublinguali o oli di CBD, seguiti da prodotti da svapo e ingeribili.

sintesi
Immagine tramite Synthesio

Oltre a queste preferenze, considera altri fattori che potrebbero motivare i tuoi consumatori target ad acquistare prodotti CBD. Ad esempio, quali leggi si applicano dove vivono?

Ricerca sulla concorrenza

È probabile che altri marketer stiano già vendendo prodotti CBD nella tua nicchia. In tal caso, puoi ottenere approfondimenti dalle loro strategie di marketing CBD.

Scoprire:

  • Chi sono i loro clienti?
  • Quanto è efficace il loro marketing CBD?
  • Quali sono i loro punti di forza e di debolezza?
  • Qual è il loro punto di forza?

Le risposte a queste domande ti aiuteranno a migliorare la tua strategia di marketing CBD.

Crea una proposta di valore unico (UVP)

Perché il cliente dovrebbe acquistare da te e non da un'altra azienda? Un UVP accattivante è fondamentale per la tua strategia di marketing CBD. È la prima cosa che la maggior parte dei potenziali consumatori vede quando valuta i marchi. Ti distingue dalla concorrenza.

Come si può inventare un UVP?

Crealo pensando a tutti i vantaggi del tuo marchio. Considera i punti deboli del consumatore e come il tuo marchio può risolverli. Quando colleghi questo valore alle sfide del consumatore, ottieni una proposta chiara.

Un buon UVP dovrebbe essere:

  • Unico
  • Conciso
  • Credibile
  • Facile da capire
  • Significativo (perché il pubblico dovrebbe preoccuparsene?)

Dovrebbe anche spiegare i punti deboli che il tuo prodotto aiuterà ad alleviare e perché il consumatore dovrebbe scegliere il tuo marchio.

Una chiara proposta di valore semplifica la definizione della strategia di marketing del CBD e la comunicazione con i consumatori. Puoi creare messaggi che rafforzino il tuo marchio e UVP, che si tratti di social media, newsletter via email o post di blog.

Quando crei un UVP, considera questi punti:

  • I tuoi processi di produzione/approvvigionamento sono una spanna sopra il resto?
  • Utilizzi una tecnologia proprietaria quando coltivi il prodotto o prepari il terreno?
  • Il tuo servizio clienti è migliore di quello degli altri?

C'è sempre qualcosa di unico e avvincente che può differenziarti dal resto. Hai solo bisogno di cercarlo.

Qualunque cosa tu rivendichi come UVP, assicurati di poter fornire prove affidabili per sostenerlo. Ad esempio, se dici che il tuo olio di CBD riduce lo stress, chiedi testimonianze dei clienti.

È anche importante continuare a testare il tuo UVP. Verifica quale lingua si comporta meglio con il tuo pubblico. Imposta annunci con diversi set di parole chiave, quindi confronta le percentuali di clic. Sperimenta con le righe dell'oggetto delle email e i banner del sito web. Questo è chiamato test A/B o test diviso.

Rigorosi test A/B sono il modo migliore per identificare l'UVP che ha il miglior potenziale.

Costruisci un sito web coinvolgente

La presenza online del tuo marchio CBD inizia con un sito Web accattivante.

Il contenuto, le immagini e le offerte dovrebbero parlare al tuo pubblico. Assicurati di ricordare che il CBD è abbastanza nuovo e che la maggior parte delle persone ha domande sull'uso, i benefici e gli effetti collaterali.

Suggerimenti per professionisti:

Avere una pagina "FAQ" che risponda alle domande più comuni sul CBD. Fornisci risorse aggiuntive come post di blog che discutono l'utilizzo e i vantaggi del CBD. Tieni a portata di mano le informazioni "Contattaci" in modo che i consumatori possano contattarti e chiarire i loro dubbi.

È una buona idea includere recensioni convincenti sui prodotti nella tua home page.

Quando si progettano i messaggi, considerare i punti deboli dei consumatori. Pensa dal loro punto di vista e scrivi contenuti che potrebbero coinvolgerli.

Se personalizzi l'esperienza in loco dei tuoi clienti, la tua strategia di marketing CBD può fare miracoli.

Qualunque altra cosa?

Ricordati di fornire descrizioni chiare dei prodotti. La pagina "Chi siamo" dovrebbe facilitare la conoscenza del tuo team, del tuo marchio e di ciò che fai.

Scrivi in ​​uno stile amichevole, colloquiale e privo di gergo.

Per rispondere alle domande dei clienti, puoi fornire supporto 24 ore su 24, 7 giorni su 7 sotto forma di chatbot e servizio clienti in tempo reale.

Il tuo sito web dovrebbe anche avere un ottimo design. Usa il content marketing per costruire la fiducia dei consumatori sulla tua attività CBD. I titoli e gli articoli dei contenuti dovrebbero invogliare i visitatori a leggere di più. Le immagini dovrebbero essere chiare e attraenti.

Sfrutta la diffusione dei contenuti su siti Web affidabili nella tua nicchia. Questo ti aiuterà a raggiungere un pubblico più ampio.

Se ti mancano le competenze e le risorse per creare un ottimo sito Web, una delle migliori soluzioni alternative è utilizzare un costruttore di siti Web. Senza alcuna capacità di codifica o progettazione, puoi utilizzare queste piattaforme per creare siti Web robusti e ottimizzati.

Avere una funzionalità di e-commerce in modo che i consumatori che non vogliono visitare un negozio fisico possano acquistare direttamente dal tuo sito web. Semplifica gli acquisti sul sito Web e ricevi i prodotti direttamente a casa.

Marketing CBD sui social media

La maggior parte delle piattaforme di social media non consente la pubblicità del CBD, ma puoi comunque mantenere una presenza sui social media. Avere un account su Facebook, Twitter, Instagram e altre piattaforme.

Qualche cattura?

Sì, è necessario colorare rispettando le linee di legge e i regolamenti della piattaforma. Le violazioni possono portare a un divieto di pagina, che sicuramente vorrai evitare.

Le piattaforme stanno ancora testando ed evolvendo le loro politiche pubblicitarie riguardo al CBD. Facebook ha allentato le sue politiche pubblicitarie sul CBD. Ora puoi pubblicizzare la canapa d'attualità, con CTA collegati a pagine di destinazione con CBD e prodotti di canapa topici. Ma l'annuncio stesso non dovrebbe contenere immagini di questi prodotti.

Google, d'altra parte, include il CBD nella sua lista di prodotti farmaceutici e integratori non autorizzati. A partire da ora, semplicemente non consentono ai marchi CBD di pubblicare annunci a pagamento. Non innamorarti delle agenzie che utilizzano tecniche black-hat per eludere il processo di approvazione degli annunci di Google.

Per sicurezza, prova la pubblicità display su piattaforme esterne alla rete display di Google, come FieldTest. Hanno stretto accordi con editori premium con un'ampia portata. Attraverso queste piattaforme, puoi visualizzare i cataloghi dei prodotti CBD nei tuoi annunci.

Per evitare responsabilità, è una buona idea chiedere una consulenza legale prima di pubblicizzare i prodotti CBD. Il tuo avvocato dovrebbe aiutarti a garantire il rispetto delle leggi federali applicabili e delle politiche CBD delle piattaforme pubblicitarie, che vengono costantemente aggiornate.

Sfrutta l'email marketing

La tua strategia di marketing CBD dovrebbe includere l'email marketing.

Perché?

Secondo gli studi, il 99% dei consumatori controlla quotidianamente le proprie e-mail. Di quelli che lo fanno, il 46% controlla la posta due o tre volte al giorno.

Associazione dati e marketing

Immagine tramite Data & Marketing Association

A parte questo, l'email marketing ha un ROI di $ 42 per ogni $ 1 speso. L'email marketing è, quindi, un ottimo modo per acquisire lead e convertirli in clienti fedeli.

Ma come dovresti gestire l'email marketing per i tuoi prodotti CBD?

Innanzitutto, cerca una buona piattaforma di email marketing.

Poiché il CBD ha problemi legali in alcuni stati, parla con il tuo fornitore di servizi di posta elettronica. Scopri se puoi utilizzare il loro servizio per inviare messaggi promozionali sui prodotti CBD.

È importante ricevere risposte scritte per evitare il rischio di sospensione. Se il tuo account viene sospeso, perdi l'intero elenco di iscritti alla posta elettronica.

Una volta ottenuto il via libera, inizia a costruire la tua lista.

Offri lead magnet sul tuo sito web. Questi sono incentivi che puoi scambiare con le informazioni di contatto di un visitatore. In genere si tratta di contenuti digitali scaricabili, come PDF, ebook, white paper o video. Crea contenuti unici e utili che forniscano valore ai consumatori.

Qual è il prossimo?

Una volta ottenute le informazioni di contatto, puoi incoraggiare i visitatori del sito a diventare clienti paganti. Se i tuoi lead magnet erano preziosi, i consumatori ti considereranno un'autorità, il che li renderà più facili da convertire in questa fase.

Gli abbonati soddisfatti possono anche condividere le informazioni con gli amici, che a loro volta possono diventare anche tuoi clienti.

Ecco come puoi coltivare contatti occasionali in clienti paganti e fedeli sostenitori:

Una volta che hai un elenco di e-mail, crea campagne a goccia automatizzate. Queste campagne inviano messaggi ai lead in base alle azioni che intraprendono sul tuo sito Web, spostandoli infine attraverso la canalizzazione di vendita.

Pardot
Immagine tramite Pardot

Le campagne a goccia sono essenziali per la tua strategia di marketing CBD. Ti aiutano a fornire informazioni tempestive, come vendite e affari, che possono aiutarti a convertire e coltivare i contatti in modo più efficace.

La parte migliore?

Non devi perdere tempo a creare nuove email per ogni contatto. Puoi precaricare le email nella tua piattaforma di email marketing e configurarle per l'invio automatico su determinati trigger di eventi.

Per esempio:

Se un potenziale cliente si iscrive alla newsletter del tuo blog, il software invia immediatamente un'e-mail di benvenuto personalizzata. Successivamente, gli abbonati ricevono un'e-mail che consiglia i post del blog che potrebbero interessare. Se visitano il tuo sito Web e la lista dei desideri/carrello dei tuoi prodotti, puoi inviare loro un'e-mail con le offerte su tali prodotti.

Il 70% dei millennial è d'accordo con i marchi che monitorano il loro comportamento di acquisto e navigazione. Preferiscono quando i marchi utilizzano queste informazioni per fornire comunicazioni pertinenti. Tuttavia, il 70% di loro è frustrato quando i marchi inviano e-mail irrilevanti.
SmarterHQ
Immagine tramite SmarterHQ

Ecco altri esempi.

  • Email di coinvolgimento: tieni informati i tuoi clienti con contenuti accattivanti per far crescere le tue relazioni con loro.
  • Email educative: offri contenuti autorevoli relativi ai tuoi prodotti. Includere whitepaper supportati dalla ricerca, magari confrontando il CBD con altri prodotti a base di cannabis. Aiutano a costruire la fiducia dei clienti nei marchi.
  • Email carrello abbandonato: inviale se una persona aggiunge i tuoi prodotti al carrello ma se ne va senza aver effettuato un acquisto. Questo può spingere i clienti persi lungo il funnel di vendita.
  • Email di reimpegno: indirizzale ai clienti che acquistano sporadicamente. Spingili a coinvolgere nuovamente il tuo marchio ricordando loro la tua UVP e le interazioni passate con loro. Addolcisci l'affare offrendo offerte allettanti.
  • E-mail di eventi: utilizza queste e-mail per informare i consumatori sugli eventi di marca. In questo modo puoi far partecipare i tuoi clienti ai tuoi eventi e approfondire il rapporto con loro. Oppure puoi almeno convincerli a interagire con le pagine dei tuoi eventi sui social media o sui siti web.
  • Email di cross-selling e up-sell: migliora il tuo marketing CBD sfruttando le opportunità di cross-selling e upselling. Quando i clienti acquistano un determinato prodotto di canapa, invia loro offerte via email per prodotti complementari o aggiornamenti.
  • Consigli: invia consigli basati sugli acquisti passati dei clienti e sulla cronologia di navigazione.

Sfrutta la SEO

Il marketing efficace del CBD dipende anche dall'ottimizzazione per i motori di ricerca (SEO), che può aiutare a indirizzare il traffico organico al tuo sito. Se le tue pagine sono ottimizzate per le ricerche su Google, i potenziali clienti possono trovarti più facilmente.

Il posizionamento nelle pagine dei risultati dei motori di ricerca (SERP) è un segno di autorità per i marchi. Costruisce la fiducia del cliente e ottiene più clic.

Ma come ti posizioni nelle SERP?

Inizia conducendo un audit SEO per scoprire se i tuoi attuali sforzi SEO funzionano o necessitano di miglioramenti.

Scoprire:

  • Se le tue parole chiave sono corrette
  • Se i tuoi contenuti ti aiutano a classificarti per parole chiave specifiche
  • Se il tuo sito si carica velocemente e in che modo ciò influisce sul tuo posizionamento
  • I tuoi meta-tag sono usati correttamente?
  • La tua mappa del sito XML è aggiornata?
  • Hai backlink da siti autorevoli (SEO off-page)?
  • Hai linkato contenuti correlati sul tuo sito?
  • In che modo i tuoi concorrenti gestiscono la loro SEO?

Dopo aver verificato la SEO del tuo sito web, apporta i miglioramenti necessari.

Qualunque altra cosa?

Cavalca le tendenze nella tua nicchia. Pubblica contenuti informativi e di tendenza sul tuo blog. Usa frasi di parole chiave ad alto potenziale nei tuoi contenuti, tag e titoli. Ottimizza i nomi dei file e i tag alt delle immagini. Includi molti elementi visivi poiché ottengono le condivisioni massime.

Puoi anche utilizzare la SEO locale per acquisire clienti locali.

Come?

Inizia elencando la tua attività in directory locali come Google My Business (GMB) e Bing Places. Questo può aiutare a guidare le persone al tuo negozio locale o al negozio online.

Poiché molte persone iniziano a cercare marchi/prodotti su Google, un ottimo elenco GMB può aiutare ad attirare traffico coinvolto che si converte più velocemente.

Inoltre, considera l'uso dei video per la tua strategia SEO.

Wyzowl ha scoperto che il 95% dei consumatori guarda video esplicativi per conoscere i prodotti. L'81% ha acquistato prodotti dopo aver visto un video di un marchio, mentre l'83% condivide i video che gli piacciono con i propri amici. Il 72% dei consumatori preferisce guardare i video piuttosto che leggere il testo quando viene a conoscenza di un prodotto.

I video esplicativi mostrano come possono essere utilizzati i tuoi prodotti CBD. Puoi anche produrre testimonianze video o recensioni di influencer. Gli hack dei prodotti e le interviste agli esperti aiutano a promuovere la fiducia dei clienti.

Puoi creare un canale YouTube per i tuoi video o pubblicarli sul tuo sito web per coinvolgere i clienti.

Usa il marketing di affiliazione e influencer per raggiungere gli acquirenti di CBD

Una strategia di marketing CBD che include l'influencer marketing significa più visibilità per i tuoi prodotti e maggiori conversioni.

Perché?

Gli influencer costruiscono il tuo marchio fornendo recensioni pubbliche personali e autentiche. Forniscono inoltre al tuo marchio nuovi contenuti e collegamenti a ritroso per migliorare le tue classifiche.

Non solo, ma gli influencer hanno anche un impatto diretto sulle decisioni di acquisto di molti consumatori.

Non mi credi?

Dai un'occhiata a queste statistiche sull'influencer marketing:

Il 70% dei millennial tiene conto dei consigli dei propri influencer quando prende decisioni di acquisto. Molte persone scoprono nuovi prodotti attraverso gli influencer. Inoltre, le persone tendono ad essere fedeli ai marchi promossi da influencer rilevanti.

Ciò significa che il tuo marketing CBD può fare miracoli se collabori con gli influencer giusti. Gli influencer possono aiutarti a guadagnare nuovi clienti e a fidelizzare quelli esistenti.

Di tutte le piattaforme social che gli influencer sfruttano per promuovere i marchi, Facebook ottiene i massimi ritorni e Twitter ottiene il minimo. Puoi utilizzare queste informazioni per costruire una strategia di marketing CBD più precisa.

Sfruttare gli influencer nel tuo marketing CBD può aiutarti a promuovere organicamente i tuoi prodotti CBD.

Con quale tipo di influencer dovresti collaborare?

Per trovare gli influencer giusti per la tua attività, non lasciarti influenzare da un numero maggiore di follower. I follower possono essere falsificati o acquistati. Così com'è, i nano e micro influencer guidano il maggior coinvolgimento.

Pubblicazione sociale

Immagine tramite Social Publi

Una volta trovato il/i tuo/i influencer/i ideale/i, pensa a modi innovativi per lavorare con loro a vantaggio del tuo marchio CBD.

Come sapete, il CBD è stato oggetto di dibattito per la sua associazione con la marijuana. Se i tuoi influencer sono esperti in abuso di sostanze o hanno un background medico, possono provare a rimuovere queste idee sbagliate sul CBD.

Se è difficile trovare tali influencer, puoi chiedere ai tuoi clienti fedeli (con un discreto seguito di social media) di garantire sottilmente per il CBD o il tuo marchio/prodotti. Per rendere l'affare vantaggioso per tutti, puoi remunerare i tuoi influencer in contanti o in natura. Quindi, diventano tuoi affiliati.

Se il marketing di affiliazione ti sembra positivo, opta per un programma di partner di affiliazione formale.

In questo modello di business, pagherai gli affiliati in base alle loro prestazioni. Gli affiliati devono generare traffico sul tuo sito e conversioni per ottenere un compenso.

La tua strategia di marketing di affiliazione comporterà che le persone promuovano i tuoi prodotti sul loro sito o sulle piattaforme di social media. Una volta che un consumatore acquista i prodotti, paghi all'affiliato una commissione concordata per la vendita.

Queste tattiche di marketing CBD moltiplicheranno le tue entrate e la tua portata.

Misura i tuoi risultati di marketing sul CBD

Usa gli strumenti di analisi web per misurare i tuoi risultati di marketing sul CBD. Capirai se stai investendo bene i tuoi soldi, risorse e tempo.

Come?

Questi strumenti ti aiutano ad analizzare la qualità e la quantità del traffico del sito. Se noti un picco nei volumi di traffico dopo aver implementato le strategie di marketing del CBD, questa è una buona notizia. Significa che le tue tattiche stanno funzionando.

Successivamente, puoi approfondire i dati e identificare i clienti ad alto potenziale. Queste persone possono visitare regolarmente il tuo sito o effettuare acquisti o download frequenti. Quindi, puoi impegnarti in modo concertato per coltivare questi clienti e ottenere vendite ripetute.

Tuttavia, se le tue analisi mostrano risultati inferiori a quelli desiderati, i tuoi sforzi di marketing sul CBD potrebbero aver bisogno di modifiche.

Tieni presente che le metriche che misuri dipenderanno dai tuoi obiettivi di marketing del CBD. Possono includere tassi di coinvolgimento, ROI, tassi di conversione, frequenze di rimbalzo, tempo sulla pagina, ecc.

FAQ

Q1. Chi è il mercato di riferimento per il CBD?

A. Gli utenti di CBD per età e percentuale sono:

  • 18-29 anni - 20% degli utenti totali di CBD
  • 30-49 anni – 16%
  • 50-64 anni – 11%
  • 65 anni e oltre – 8%

Q2. Puoi pubblicizzare il CBD?

R. Lo stand delle piattaforme di social media per quanto riguarda la pubblicità CBD è variabile.

Facebook – Consentono annunci per CBD e canapa topici ingeribili, ma gli annunci non dovrebbero presentare questi prodotti.

Instagram – Non consentono la pubblicità del CBD in nessuna forma o formato.

TikTok: i loro standard comunitari vietano la pubblicità di prodotti CBD e accessori.

Q3. Dove puoi pubblicizzare il CBD?

R. La maggior parte dei siti di social media (Snapchat, Instagram, Google e TikTok) vietano la pubblicità sul CBD. Facebook ha recentemente allentato le linee guida relative alla pubblicità sul CBD.

Sulla piattaforma, puoi pubblicare annunci per canapa topica e canapa ingeribile, a condizione che questi prodotti non siano esplicitamente presenti negli annunci.

Per altre piattaforme, devi fare affidamento su altre tattiche di marketing come SEO e influencer marketing per creare consapevolezza sui tuoi prodotti CBD.

Q4. Puoi commercializzare CBD su Instagram?

R. Instagram vieta la pubblicità di prodotti CBD in qualsiasi forma. Tuttavia, puoi sfruttare l'influencer marketing sulla piattaforma per spargere la voce sui tuoi prodotti CBD.

Q5. Come posso commercializzare legalmente il CBD?

R. Sebbene la pubblicità al CBD rimanga un'area grigia sulle piattaforme di social media e su Google, puoi implementare altre strategie conformi alla legge per commercializzare i tuoi prodotti CBD. Loro includono:

  • SEO
  • Marketing di affiliazione
  • Content marketing attraverso post di blog e whitepaper supportati da ricerche
  • Influencer marketing
  • Marketing via email
  • Fiere e mostre

Q6. Quali sono le 5 migliori aziende di CBD?

R. Le prime 5 società di CBD negli Stati Uniti per quota di mercato sono:

  • CW canapa
  • Il mondo delle strade verdi
  • Scienze CV CV
  • Botanici per la salute equilibrata
  • Medterra

Q7. Puoi vendere CBD su Google?

R. No, Google vieta la vendita di prodotti CBD in qualsiasi forma. Il CBD è incluso nell'elenco di Google di prodotti farmaceutici e integratori non approvati per scopi pubblicitari. Tuttavia, puoi utilizzare tattiche di marketing organico come il SEO per aumentare la tua visibilità nei risultati di ricerca di Google.

Q8. Quanto è grande il mercato del CBD?

R. Nel 2019, il mercato del CBD è stato valutato a 395,2 milioni di dollari, secondo un rapporto GMR. Il mercato dovrebbe crescere a un tasso del 30,4% fino al 2027.

Q9. Il CBD può essere commercializzato come antistress?

R. Al momento, la FDA ha approvato un solo prodotto CBD. È un farmaco da prescrizione per il trattamento di due forme gravi di epilessia. A parte questo, la commercializzazione del CBD per qualsiasi altro scopo è legalmente vietata.

Q10. Posso commercializzare il CBD come biologico?

R. Sebbene il CBD derivi dalla pianta di canapa, pubblicizzare l'olio di CBD come "biologico" è un travisamento dei fatti. Allo stato attuale, i prodotti CBD non sono approvati dall'USDA e fino a quando ciò non accade, non puoi chiamare il mercato CBD apertamente, tanto meno chiamarlo "biologico".

Sei pronto a scatenare questa strategia di marketing sul CBD?

Si prevede che l'industria del CBD continuerà a crescere. Altri giocatori si uniranno alla mischia, rendendo la competizione più rigida. Avere una solida strategia di marketing CBD può dare alla tua azienda longevità e scalabilità. Puoi evolvere man mano che il panorama aziendale cambia.

Pensi di essere pronto per implementare la tua strategia di marketing CBD? O hai bisogno di più assistenza? Quali tattiche di marketing hai intenzione di utilizzare? Condividi con noi nella sezione commenti qui sotto.

Dichiarazione di non responsabilità: questa guida non costituisce un consiglio legale o medico.