La guida definitiva alla SEO per i siti di e-commerce

Pubblicato: 2021-06-23

Prefazione di Matt Diggity:

Degno di nota. Informato. Sottovalutato.

Queste sono alcune parole che userei per descrivere Brendan Tully.

BT è uno dei primi SEO che abbia mai incontrato a Chiang Mai. È un veterano del gioco e si vede. Voglio dire... l'uomo era stato incaricato dal governo australiano di insegnare SEO.

Il ragazzo è bravo.

È una bestia nella SEO dell'e-commerce, come stai per scoprire in questo mostro di un pezzo.

introduzione

È dura quando Matt Diggity ti chiede di fare un guest post. Il ragazzo stabilisce uno standard molto alto e regolarmente entusiasma lo spazio SEO pubblicando cose di cui nessuno sta parlando o di cui nessuno ha parlato prima pubblicamente.

tully Quando ho iniziato a giocare a questo gioco all'inizio degli anni 2000, non avevo idea di cosa fosse la SEO, ma sapevo che se avessi cambiato certe cose sul mio sito, le SERP sarebbero salite e diminuite in un modo particolare. Abbiamo portato quel business a 7 cifre a metà degli anni 2000 e alla fine siamo finiti a lavorare con i clienti ad un certo punto nel 2008.

Ora, attraverso i nostri servizi, consulenze individuali e workshop di formazione di persona, abbiamo lavorato con oltre 3000 aziende o siti diversi in qualche modo, il che mi ha dato un'incredibile opportunità di provare e testare diversi approcci per determinare cosa funziona e cosa muove effettivamente l'ago.

La SEO è cambiata molto da allora – (stranamente, riempire un footer di un sito web con 200 sobborghi e città non sembra funzionare più) con il panorama SERP che cambia di settimana in settimana in alcuni casi.

Mentre le tattiche e il layout della SERP cambiano in modo massiccio nel tempo, penso che sia sicuro dire che la ricerca è qui a lungo termine, il che mi porta al punto successivo.

Più parlo con diversi SEO e clienti, più SEO e-commerce in particolare sembra completamente frainteso. Poiché le tattiche cambiano così rapidamente, ho cercato il più possibile in questo articolo di stare lontano dalle tattiche a breve termine che hanno una data di scadenza.

Invece, mi concentro sui fondamenti e sulle strategie di base che sono testati nel tempo e supportati da solidi principi di business, vendite e marketing - questo articolo non è limitato solo dalla SEO e-commerce, ma è invece più ampiamente focalizzato sul marketing e sull'ottimizzazione dell'e-commerce - che è dove alla fine devi giocare se vuoi rimanere competitivo.

stupido seo

Ho incluso elementi di azione mentre lavoriamo su questo articolo: alcuni saranno del tutto ovvi ma sono cose che vengono regolarmente perse e alcuni potresti non aver sentito parlare prima ma hanno il potenziale per avere un enorme impatto con una piccola quantità di lavoro.

Ho anche incluso una suddivisione audio per la maggior parte delle sezioni e anche una manciata di video poiché alcune cose sono semplicemente spiegate più facilmente in questo modo. Tieni presente che più grande è il tuo sito, più grandi saranno le azioni o le cose da fare, non sarebbe irragionevole creare 3 mesi di lavoro SEO qui per un sito a 7 cifre.

Idealmente, se posso farti andare via dopo aver approfondito questo articolo con una tattica facile da usare o una vittoria rapida, una nuova ampia strategia SEO che puoi applicare al tuo sito, o un principio o una base SEO di cui non eri a conoscenza prima, allora Sarò felice di dire che questo articolo è stato un successo.

Se hai una domanda su un punto particolare qui, posta nella sezione commenti e sarò felice di chiarire per te.

Sommario

  • introduzione
  • E-commerce vs SEO locale vs SEO affiliato
    • Siti di e-commerce
    • Siti locali e affiliati
  • La SEO non è solo backlink
  • FASI DI AZIONE:
  • Una nota sulla SEO del cliente e-commerce ...
  • E-commerce SEO – Allo stato attuale, la SEO non basta più
    • Google Shopping
    • Non è solo la SEO ad essere frammentata, anche l'attenzione e la domanda di ricerca sono...
    • Imbuti…ugh, vomito
  • Ricerca per parole chiave: non vendi parole chiave, vendi prodotti e servizi
    • Passaggio 1 – Definisci cosa stai vendendo
    • Passaggio 2: dare priorità all'elenco
    • Passaggio 3 – Corrispondenza del contenuto delle parole chiave
    • Ottenere dati accurati sulle parole chiave
    • Strumenti per i Webmaster di Google
    • Adwords
    • Controlla cosa stanno facendo i tuoi concorrenti
    • Una strategia di content marketing che si interseca con la SEO
  • Nozioni di base CRO (dimentica i test AB o i colori dei pulsanti, alla maggior parte dei siti mancano le basi)
    • #1 Come sono quei dettagli di contatto? Il tuo sito ha un numero di telefono?
    • #2 Controlla il tuo sito su tutti i tipi di dispositivi
    • #3 Contattaci Verifica e ottimizzazione della pagina
    • #4 Carrelli abbandonati
    • #5 Offri Livechat
    • #6 Remarketing
    • #7 Prendi la fotografia sul serio
    • #8 La velocità del sito web è la chiave!
    • #9 Esegui regolarmente il tuo checkout
  • Il tuo sito web non è un listino prezzi: ingrassa il tuo sito e assicurati di vendere al cliente
    • Qual è il contenuto strategico "giusto" che aiuterà a guidare le vendite?
    • 1) Usa video e foto di alta qualità
    • 2) Offri informazioni utili come i manuali per l'utente
    • 3) Metti il ​​testo sulla pagina
    • 4) Chiarire le forme di pagamento accettabili
    • 5) Usa un modello per risparmiare tempo
    • 6) Controlla cosa sta facendo la tua concorrenza
    • 7) Rispondi alle domande prima dell'acquisto
    • 8) Vendi il cliente
  • Diventa un vero business (noto anche come BRAND): aumenta le conversioni, ottieni collegamenti, posizionati più in alto e ottieni "punto di differenza"
    • Comunica chiaramente ciò che rappresenta il tuo marchio
    • Proteggi i termini del tuo marchio e usali per battere la concorrenza
    • Sfrutta le tecniche SEO locali per superare i concorrenti nella SERP
    • Altri link facili...
    • Cose da fare per il branding
  • Le recensioni e la reputazione sono importanti – Ottieni una canalizzazione di recensioni sul posto
    • 1) Risolvi prima le recensioni negative
    • 2) Imposta una canalizzazione di recensioni
    • 3) Ottieni lo snippet della recensione da mostrare nelle SERP
    • 4) Raccogli recensioni in una posizione centrale
  • SEO on-page per l'e-commerce
  • Segreti CTR
    • Come ottimizzare per il CTR organico o SEO
      • Esempio: prima
      • Esempio: Dopo
    • CTR e i Social….
      • Regole CTR sociale:
  • La velocità del sito web conta
  • Metterlo in pratica

E-commerce vs SEO locale vs SEO affiliato

Prima di entrare nel merito della carne e delle patate, diamo un'occhiata ad alcune delle differenze chiave tra e-commerce, piccole imprese locali e siti affiliati. Ci sono alcune differenze fondamentali tra loro, quindi assicuriamoci di essere tutti sulla stessa pagina.

Siti di e-commerce

non c'è tempo per fare acquisti In genere un sito di e-commerce ha molte più pagine rispetto ad altri tipi di siti, anche se sono presenti solo una manciata di prodotti. La maggior parte di queste pagine viene generata automaticamente dal CMS, ad esempio pagine di categorie, tag, carrello e checkout.

Quando aggiungi tag, soprattutto se stai utilizzando una piattaforma come Shopify, tonnellate di pagine vengono generate automaticamente da quei tag e possono creare un pasticcio cannibalizzante e cannibalizzazione delle parole chiave. Per i siti più grandi, pulire questo disordine può richiedere un lavoro serio, ma è un componente chiave per ottenere il posizionamento del sito.

È più facile risolvere questi problemi su siti di e-commerce più piccoli, ma per i siti più grandi è difficile gestire i tag automatici senza automazione o tecniche SEO che funzionano su larga scala.

Siti locali e affiliati

I siti SEO locali possono offrire da 5 a 10 servizi o prodotti. Ciò che si traduce sono da 5 a 10 parole chiave target o gruppi di parole chiave. I siti affiliati prendono di mira più parole chiave, ma in genere non sono ancora tante quanto un sito di e-commerce di medie dimensioni, ad esempio un sito ecom che offre 100 prodotti avrà in genere 100 o più gruppi di parole chiave target.

È difficile ottimizzare a mano un gran numero di parole chiave senza utilizzare l'automazione, i modelli o le tecniche SEO che si adattano bene quando hai a che fare con molte pagine e parole chiave.

La SEO non è solo backlink

Quello che vedo spesso è che quando i SEO fanno SEO e-commerce, lo fanno male. Molte volte il pensiero predefinito è SEO=links, ma non è affatto così. In particolare con i siti di e-commerce, la SEO on-page è vitale e devi essere inchiodata prima di inseguire i backlink se hai intenzione di ottenere una seria trazione SEO.

Questo dovrebbe essere buon senso, ma rimarrai sorpreso dalla frequenza con cui vediamo siti di e-commerce ben consolidati con evidenti problemi in loco. La SEO on-page dovrebbe essere il tuo obiettivo iniziale, in particolare per i siti di e-commerce consolidati. Generalmente come strategia SEO, gestisco i backlink per ultimi. I backlink sono solitamente la parte più costosa della SEO, ma in realtà ti danno il minimo controllo e spesso non c'è una correlazione diretta tra un link e un risultato.

Con l'on-page, c'è quasi una correlazione diretta del 100% tra fare il lavoro e ottenere risultati.

FASI DI AZIONE:

  1. Esegui un controllo del sito di Semrush in tutto il sito. Ho provato dozzine di strumenti di controllo onpage e in questo momento Semrush è il mio preferito. Raccoglie un sacco di cose che altri strumenti non faranno e le presenta in un modo che le rende facili da riparare. Semrush raccoglierà molti dei facili problemi tecnici che bloccano le classifiche.
  2. Esegui il sito tramite siteliner.com: questo è uno strumento fantastico per scoprire problemi di duplicazione dei contenuti e cannibalizzazione.
  3. Ottieni una configurazione dell'account Littlewarden.com. Monitorerà il tuo sito su base continuativa e rileverà problemi di SEO onpage di base ma critici che altrimenti non avresti notato fino a quando le tue classifiche non inizieranno a peggiorare (grida a Kevin di Bulk Buy Hosting per questo reco)

Una nota sulla SEO del cliente e-commerce ...

Può essere difficile lavorare con siti di e-commerce più piccoli come clienti, siti nuovi di zecca o siti in cui la dimensione media delle vendite è piccola. In genere starò ben lontano da questo tipo di clienti.

Generalmente quando facciamo SEO client per siti di e-commerce non facciamo mai solo SEO.

È troppo difficile ottenere risultati rapidi e se il cliente non è commercialmente maturo, spesso l'aspettativa è che tu lo faccia diventare milionario durante la notte

Se sto parlando con un potenziale cliente di Adwords, SEO o qualcos'altro, una delle prime domande che chiederò se qual è il loro budget. Di solito puoi dire dal modo in cui reagiscono quanto sono disposti a spendere e quanto sono commercialmente maturi. Un problema comune con la SEO dei clienti è l'aspettativa che la SEO sia gratuita, quindi è lì che dovrebbe essere l'attenzione rispetto agli annunci. Ma questo è il modo sbagliato di vederla.

Almeno la metà delle SERP sono annunci a pagamento ora. Se non includi traffico a pagamento nella tua strategia di marketing, avrai difficoltà a eguagliare la concorrenza.

Ecommerce SEO – Allo stato attuale, la SEO non basta più

Parliamo della situazione attuale con la SEO dell'e-commerce. Come ben sai, la SERP è in continua evoluzione, il che significa che il tuo approccio SEO DEVE evolvere, altrimenti sarà semplicemente meno efficace con il passare del tempo.

nuovi frammenti strutturati

La SEO sta diventando sempre più frammentata. 10 anni fa, il risultato numero 1 su Google erano i risultati di ricerca SEO. Potrebbero esserci stati uno o due risultati di AdWords nella parte superiore della pagina, ma ora il panorama è completamente cambiato.

Il risultato di ricerca n. 1 potrebbe significare molte cose diverse oggi:

  • Adwords a pagamento regolari
  • Google Shopping
  • Google Maps
  • Snippet in primo piano (scopri come ottenerlo)
  • Pannello di conoscenza
  • Google Maps a pagamento, che cambia a seconda della posizione
  • E altro ancora

Per finire, la SERP cambia anche in base al dispositivo E alla posizione di quel dispositivo al momento della ricerca. Il tradizionale risultato n. 1 è stato ora soffocato dagli annunci e da altri elementi della SERP.

serp1

Molti SEO non l'hanno ancora capito:

Google è un motore di ricerca a pagamento con alcuni risultati gratuiti.

Google vuole vendere annunci, non si preoccupano dei ricercatori. Capovolgi il tuo pensiero e approfittane!

Google Shopping

È strano dirlo in un articolo SEO, ma se non pubblichi annunci di Google Shopping, ti stai perdendo qualcosa.

google shopping

Google Shopping è una delle fonti di traffico più economiche e con le migliori conversioni, saresti pazzo a non approfittarne. Non solo guiderà traffico e conversioni, è il modo più semplice per abbreviare la tua strategia SEO permettendoti di:

  • Scopri quali parole chiave utilizzano le persone
  • Scava nel loro intento
  • Scopri quali parole chiave stanno convertendo

Soprattutto, le parole chiave che convertono sono ciò che ci interessa! Vogliamo rimanere concentrati su parole chiave di qualità , non sulla quantità.

Man mano che Google diventa più intelligente, la SEO diventa più lenta e meno prevedibile, il che significa che abbiamo meno controllo su di essa. Ottenere risultati da una campagna SEO potrebbe richiedere facilmente da 3 a 6 mesi ora.

D'altra parte, Adwords è veloce e abbiamo il controllo totale. Puoi attivarlo oggi ed entro 24 ore, i nostri annunci sono attivi e funzionanti: dopo 1-2 giorni avremo un feedback immediato su cosa sta succedendo nella SERP e come appare la richiesta di ricerca.

Non è solo la SEO ad essere frammentata, anche l'attenzione e la domanda di ricerca sono...

Google non è più l'unico gioco in città, hai Facebook, Google Display Network, Amazon, Ebay, Etsy e un sacco di altri siti di shopping con cui fare i conti (che sono tutti in competizione anche nella SERP).

La linea di fondo è: concentrarsi sulla SEO non è più sufficiente. Devi prestare attenzione al traffico a pagamento, alle piattaforme esterne a Google, all'ottimizzazione delle conversioni e al funnel di vendita completo.

Una solida strategia include avere altri canali di traffico E l'ottimizzazione delle conversioni. Se vuoi competere in questo spazio nel 2021 devi essere in cima a tutto.

Imbuti…ugh, vomito

Sono così stanco di sentir parlare di funnel e hacker di funnel, i funnel non sono una novità: tutto ciò di cui parlano davvero è traffico e conversioni con un po' di traffico a pagamento sul front-end.

come dominare la diapositiva

Sopra c'è una diapositiva di una presentazione che ho fatto nel 2012, che è altrettanto rilevante oggi come lo era allora e uno dei miei quadri o modelli mentali preferiti: inquadra i fondamenti dietro un "imbuto".

Al centro di tutto ciò, l'e-commerce è in realtà solo un gioco di numeri. Padroneggia i numeri e padroneggi il gioco. Tradizionalmente, i SEO si sono concentrati sul front-end di questa immagine, classifiche che hanno poi generato "lead".

Nel 2021, devi attraversare gli altri pezzi del puzzle per rimanere in gioco, ad esempio:

  • Percentuale di clic (CTR) (in tutte le fasi della canalizzazione)
  • Tasso/i di conversione (CONV)
  • Costo di acquisizione (CAC)
  • Valore della vita del cliente (LTV)

Padroneggiare questi elementi non è così difficile. Si tratta solo di osservare il processo di vendita dall'inizio alla fine e analizzarlo in ogni fase del processo.

Operazione Passo : Se non hai familiarità con alcuni di questi elementi o non hai una forte comprensione di alcuni di questi concetti, il libro 80/20 Sales and Marketing: The Definitive Guide to Working Less and Making More di Perry Marshall è un fantastico primer su questi concetti e uno che rileggo regolarmente.

Ricerca per parole chiave: non vendi parole chiave, vendi prodotti e servizi

Facciamo ricerche per parole chiave in modo leggermente diverso rispetto ad altri SEO. Non vendi parole chiave, vendi prodotti e servizi, quindi iniziamo sempre con i prodotti e i servizi che l'azienda vuole vendere prima di toccare le parole chiave o la ricerca di parole chiave.

strumento seo

Ecco come appare il nostro processo di targeting per parole chiave:

Passaggio 1 – Definisci cosa stai vendendo

Inizia facendo un elenco di tutti i prodotti e servizi che vendi. Questo può essere sia ampio che specifico. Ti suggerisco di utilizzare un foglio di calcolo per creare l'elenco, il che non dovrebbe richiedere molto tempo. Metti da parte circa mezz'ora per la lista.

Abbiamo anche i nostri clienti SEO locali che creano un elenco e i risultati possono essere molto potenti. In breve, aiuta a scoprire semplici vittorie SEO.

In generale, dal punto di vista SEO, ogni pagina può davvero indirizzare solo un termine di ricerca. Ciò significa che per ogni prodotto e servizio che vendi e per ogni parola chiave a cui ti rivolgi, hai bisogno di una pagina di contenuti.

Passaggio 2: dare priorità all'elenco

Dopo aver creato un elenco dei tuoi prodotti e servizi, assegna loro la priorità in ordine di importanza. Che sia ciò che desideri vendere di più o ciò che è più redditizio, avremo sempre un vincolo di tempo o di risorse, quindi è importante che abbiamo dato priorità all'elenco in modo da poterci concentrare sui prodotti e sui servizi più importanti che vogliamo vendere per primi.

Passaggio 3 – Corrispondenza del contenuto delle parole chiave

Successivamente, abbiniamo ogni prodotto o servizio a una pagina del sito web. Se una pagina non esiste, dobbiamo crearne una!

Come approccio generale, dovresti avere una pagina per ogni prodotto o servizio. Questo perché ogni pagina può essere classificata solo per 1 termine di ricerca, almeno dovrebbe mirare a un solo termine di ricerca.

Se vuoi classificarti per un termine particolare, devi dedicargli una pagina.

È così semplice e spesso trascurato e una vittoria super facile.

Ottenere dati accurati sulle parole chiave

La maggior parte degli strumenti di ricerca per parole chiave fornisce dati che sono le medie sopra le medie. È utile, ma ci sono strumenti migliori che possiamo sfruttare.

Strumenti per i Webmaster di Google

Se disponi di un sito web esistente, dovresti già disporre di molti dati sulle parole chiave da Google Webmaster Tools. Molte persone potrebbero non esserne consapevoli, ma ci sono informazioni preziose sulle tue parole chiave nel menu di analisi della ricerca come:

  • Dati sulle impressioni
  • Dati di classifica generale
  • CTR (percentuale di clic)
  • Clic dalla SERP

Avere queste informazioni ti dice dove sei debole o forte. Ma soprattutto, ti dice dove hai opportunità. Ad esempio, se una parola chiave ha molte impressioni e hai già una posizione media di 5 o 8, è un frutto basso e devi afferrarlo!

Cercare prima queste facili vittorie significa risultati rapidi. Come ho detto, la SEO da sola può essere un processo lungo e lento come correre una maratona. Spesso, vincere alla SEO significa trovare questo frutto basso e sfruttarlo.

Questo video ti guiderà attraverso l'analisi della ricerca GWT:

Adwords

Usiamo anche Adwords per ottenere preziosi dati sulle parole chiave. Molti SEO non si rendono conto che c'è un'enorme quantità di dati all'interno di AdWords che ti fornisce dati dettagliati sulle parole chiave per la posizione specifica che desideri scegliere come target.

I dati sono accurati quasi al 100% e ti offrono informazioni incredibili su come si presenta la domanda e il comportamento di ricerca. Come regola generale, non eseguiamo mai una campagna SEO senza una campagna Adwords accanto ad essa.

L'utilizzo dei dati è un modo potente per perfezionare le nostre campagne SEO: utilizzando i dati di Adwords possiamo facilmente capire cosa funziona dal punto di vista delle vendite e attaccare quelle parole chiave. Questo è importante in quanto la SEO è più lenta, quindi un errore commesso nel targeting potrebbe non essere rivelato fino a mesi dopo.

Adwords velocizza il processo:

  • Scoprire i termini di acquisto
  • Rivelare i modi meravigliosi e unici in cui le persone cercano i prodotti
  • Salvaguardia dagli errori precoci nella tua strategia SEO

La linea di fondo è che a nessuno importa se ti posizioni al primo posto in Google se non vendi. Quindi trova prima quelle parole chiave ad alta conversione e attaccale davvero per aumentare i pagamenti e le vendite.

Questo video ti guiderà attraverso dove puoi trovare i dati esatti delle parole chiave in Google Adwords:

Controlla cosa stanno facendo i tuoi concorrenti

È anche importante sapere cosa stanno facendo i tuoi concorrenti. Usiamo Ahrefs per vedere per cosa si posizionano i nostri concorrenti e quali parole chiave stanno usando: una volta che abbiamo estratto GWT e Adwords il più possibile, ci rivolgiamo ad Ahrefs.

Fai attenzione a riporre tutta la tua fiducia in queste informazioni, perché è possibile che i tuoi concorrenti abbiano meno idea di quello che stanno facendo di te!

In Ahrefs puoi anche guardare la pubblicità della concorrenza e vedere cosa stanno facendo che potrebbe avvantaggiarti.

Ecco qua, un'ampia panoramica della nostra strategia per le parole chiave. La cosa importante è prima di diventare troppo avanzati con tutta questa ricerca di parole chiave, assicurati di risolvere prima la linea di base per i tuoi contenuti sulla pagina.

Per aiutarti ad assicurarti che le tue basi siano coperte, esamino i fondamenti del content marketing nella prossima sezione.

Una strategia di content marketing che si interseca con la SEO

Non puoi farla franca con la creazione di un negozio di e-commerce senza un'adeguata strategia di content marketing per la tua attività nel mondo di oggi. Come ho già detto, non stai vendendo parole chiave. Stai vendendo prodotti e servizi, quindi devi assicurarti che tutti i contenuti del tuo sito di e-commerce offrano valore al cliente.

Per fornire i contenuti più pertinenti, poniti queste domande:Cosa deve sapere il cliente prima di acquistare?

  • Quali problemi risolvono i miei prodotti o servizi per il cliente?
  • Cosa deve sapere il cliente per ottenere il massimo dai miei prodotti?
  • Ciò è particolarmente rilevante per i prodotti che superano i 100 dollari. I potenziali clienti hanno domande che necessitano di risposte prima di impegnarsi in una decisione di acquisto ed è tuo compito fornire risposte a tali domande.

    Ecco alcune idee sul tipo di contenuto che puoi creare:

    • Guida all'acquisto
    • Serie di post sul blog
    • PDF
    • Serie di video
    • Podcast

    La guida all'acquisto che ho linkato sopra è un esempio di qualcosa che abbiamo fatto per un cliente. Ottiene molto traffico, risponde alle domande di pre-acquisto per i clienti, migliora il tasso di conversione e consente di risparmiare molto tempo. Il cliente non deve più perdere tempo a rispondere alle stesse domande più e più volte. Possono semplicemente collegare i potenziali clienti all'utile guida all'acquisto che abbiamo creato.

    Borgogna Avere una buona strategia di content marketing non solo ti aiuterà a concludere più affari, ma influenzerà positivamente il tuo posizionamento nelle SERP e catturerà i lead più vicini al fondo della canalizzazione di vendita.

    Ecco perché è così importante utilizzare un servizio di sviluppo di contenuti di QUALITÀ ed evitare di sprecare tempo e risorse con contenuti filati o articoli di blog di bassa qualità. Ancora meglio se i tuoi sviluppatori di contenuti sanno qualcosa sulla SEO. Questo ti farà risparmiare un'enorme quantità di tempo e denaro a lungo termine, ed è solo un business intelligente.

    Per assicurarti di avere una buona strategia in atto, assicurati di seguire il tuo processo di vendita effettivo. Molti clienti non sono consapevoli di come sia il loro processo per i potenziali clienti, quindi guidarli è vitale e offre molte informazioni.

    Uno dei miei libri preferiti, intitolato Insight Selling di Mike Schultz, parla della vendita sul web.

    Molte tattiche di marketing su Internet utilizzate online sono tattiche basate sulla pressione della vecchia scuola. Vedrai un sacco di sciocchezze basate sul tempo come ticker e conti alla rovescia. Questa è spazzatura.

    I metodi a breve termine bruceranno il tuo mercato di riferimento se usati in modo troppo aggressivo. A nessuno piace un venditore invadente. Invece di utilizzare metodi obsoleti per spingere le vendite, prenditi del tempo per capire quali problemi risolvono i tuoi prodotti o servizi e comunicalo ai tuoi potenziali clienti.

    Comprendendo come vendere i clienti, coglierai la loro posizione nel percorso di vendita e come soddisfare e abbinare meglio i loro intenti, in particolare l'intento dietro determinate parole chiave e termini di ricerca.

    Nel complesso, il content marketing che si interseca con il SEO ti offre la strategia di e-commerce più potente per vendere meglio, posizionarti più in alto e ottenere più traffico.

    Nozioni di base CRO (dimentica i test AB o i colori dei pulsanti, alla maggior parte dei siti mancano le basi)

    quello non è CRO

    Dimentica i test A/B, la modifica dei colori dei pulsanti, i titoli o qualsiasi altra cosa, alla maggior parte dei siti mancano le basi.

    Il modo più semplice per capire CRO (ottimizzazione del tasso di conversione) è capire cosa vogliono le persone quando visitano il tuo sito e darglielo (se vuoi CRO approfondito, ecco un articolo in cui Matt e Kurt entrano nei dettagli su CRO per SEO ).

    Ecco una semplice lista di controllo degli elementi CRO di base che devi avere sul tuo sito.

    #1 Come sono quei dettagli di contatto? Il tuo sito ha un numero di telefono?

    Prima di tutto, hai un numero di telefono? I numeri di telefono aumenteranno i tassi di conversione sui siti di e-commerce anche se nessuno lo chiama .

    L'utilizzo di un numero di chiamata gratuito 1-800, fa sembrare la tua azienda più grande ed è un modo semplice per aumentare il CTR nelle SERP: aggiungi il tuo numero 1-800 nel tag del titolo e nella meta descrizione in modo che venga visualizzato nelle SERP e tu vedere un solido CTR e un aumento del traffico organico.

    Il tuo menu include un link alla tua pagina di contatto? In caso contrario, come ti contatteranno i tuoi clienti? Molto spesso questo manca completamente O scompare quando il sito viene visualizzato sui dispositivi mobili. È utile includere anche uno slogan nell'intestazione, rispondendo a queste domande:

    • Chi siamo noi?
    • Cosa facciamo?
    • Perché dovresti scegliere noi?
    • Come possiamo aiutare

    Avere i dettagli di contatto e uno slogan potrebbe sembrare semplice o ovvio. Ma sono elementi fondamentali che mancano ancora a molti siti di e-commerce.

    #2 Controlla il tuo sito su tutti i tipi di dispositivi

    Molto probabilmente sai come appare la tua pagina su un PC. Ma che ne dici di un tablet? Uno smartphone? Assicurati che il sito venga visualizzato correttamente su tutti questi dispositivi.

    L'ordine in cui gli elementi vengono visualizzati può facilmente andare fuori di testa con i piè di pagina prima delle intestazioni o del contenuto del corpo principale che semplicemente non ha senso. Un problema comune è che la pagina Contattaci non è presente nel menu principale sul desktop o scompare del tutto sui dispositivi mobili. Assicurati che i dettagli di contatto siano sempre accessibili, quindi ottimizza la pagina Contattaci.

    #3 Contattaci Verifica e ottimizzazione della pagina

    Ricorda, non sono solo i nuovi clienti o potenziali clienti che cercano la tua pagina Contatti. La tua pagina dei contatti è come un biglietto da visita sotto gli steroidi, quindi assicurati di sfruttarlo al meglio!

    prendi nota

    La pagina dovrebbe includere almeno:

    1. Se sei un'attività di vendita al dettaglio fisica, desideri che l'indirizzo venga visualizzato (*se lo desideri pubblicamente disponibile) – generalmente cerchiamo di inserirlo anche nel piè di pagina del sito Web in modo che venga visualizzato su tutte le pagine ed è facile da trovare.
    2. Una mappa Google incorporata o un link alla tua attività su Google Maps (come nota a margine, assicurati che quando qualcuno cerca l'indirizzo della tua attività e la tua attività su Google Maps appaia la posizione giusta!). Assicurati di incorporare la mappa di Google Places e non una mappa generica
    3. Il tuo indirizzo postale (se diverso dal tuo indirizzo O se non hai un indirizzo)
    4. Numero/i di telefono : meno numeri ci sono, meglio è. Ho visto pagine con più di 10 numeri di telefono di contatto o numeri di telefono per ogni membro dello staff, il che è semplicemente confuso.
    5. Il nome della tua azienda e il nome della tua azienda (se il nome della tua azienda è diverso dal nome della tua azienda) - spesso clienti e fornitori avranno bisogno di queste informazioni di volta in volta e potrebbe esserci qualche piccolo vantaggio per i motori di ricerca nell'averle online.
    6. Un modulo Contattaci : preferiamo un modulo di contatto a un indirizzo e-mail, in particolare se arrivano molte richieste. L'utilizzo di un modulo Contattaci consente di strutturare meglio l'e-mail di richiesta e di ottenere tutte le informazioni necessarie in anticipo.
    7. Un indirizzo e-mail (opzionale): generalmente preferiamo un modulo Contattaci solo soprattutto se hai più indirizzi e-mail o reparti. L'utilizzo di un modulo invece di elencare 10 indirizzi diversi rende l'esperienza utente molto più pulita e chiara.
    8. Il tuo modulo di contatto funziona ?!!!!
      Se hai un modulo sul tuo sito, funziona davvero? Quando premi Invia sul modulo, funziona correttamente e qualcuno nella tua azienda riceve l'e-mail?
    9. Cosa succede alle richieste se c'è un problema di posta elettronica ?
      Questo è qualcosa che viene quasi sempre trascurato. Se hai problemi con la posta elettronica e una richiesta inviata tramite il modulo sul tuo sito web viene bloccata o persa, cosa succede a quella richiesta? Scompare semplicemente nell'etere?
    10. Chi sta gestendo le richieste e come fai a sapere che stanno gestendo le richieste in modo appropriato?
    11. Il personale della reception e dell'amministrazione non sono venditori e generalmente sono la persona sbagliata per gestire le richieste di vendita : le richieste di vendita dovrebbero andare al personale di vendita o del servizio clienti . Questo è uno dei motivi per cui preferiamo utilizzare un modulo di contatto invece di un indirizzo e-mail nella pagina Contattaci in quanto ci consente di aggiungere una casella a discesa per il tipo di richiesta e incanalare diversi tipi di richiesta all'indirizzo e-mail appropriato .

    #4 Carrelli abbandonati

    Le e-mail del carrello abbandonate si attivano quando un potenziale cliente aggiunge qualcosa al carrello degli acquisti online, ma per qualsiasi motivo se ne vanno senza effettuare il check-out. L'e-mail è un'opportunità per inviare un promemoria gentile per completare ciò che hanno iniziato. Sfortunatamente, la maggior parte delle e-mail del carrello abbandonate vengono eseguite in modo errato e se lo stesso approccio fosse utilizzato in un negozio al dettaglio fisico sarebbe simile a questo.

    Una persona entra in un negozio al dettaglio e prende un mucchio di prodotti. Camminano per un po' prima di partire senza acquistare nulla. Una volta fuori, il venditore li insegue per strada urlando sconti, andando sempre più in basso con i prezzi fino a quando il cliente non si sente spinto a comprare qualcosa o si incazza completamente, si infiamma e racconta a 3 dei loro amici di questa orribile esperienza.

    È pazzesco, ma è così che viene eseguita la maggior parte delle sequenze di email di abbandono del carrello.

    Ecco il link al modello di email di base del carrello abbandonato che usiamo che tratta il potenziale cliente come una prospettiva reale che aiuterà a scoprire le cose che sono andate storte durante il processo di acquisto in modo che tu possa risolvere i problemi per assicurarti che non si ripetano mai più.

    Maggiori informazioni sulle tattiche di email marketing in questo podcast:

    #5 Offri Livechat

    Gli strumenti di chat dal vivo sono ottimi per rispondere subito alle richieste dei clienti. Includiamo regolarmente strumenti di chat dal vivo, soprattutto quando lavoriamo con i clienti. Drift è un eccellente strumento di chat dal vivo che è super facile da usare e ha un sacco di altre fantastiche funzionalità di marketing.

    L'utilizzo di messaggi di chat proattivi è un modo efficace per interagire con i clienti in base a ciò che hanno fatto, da dove provengono e altri criteri importanti.

    Drift offre una buona interfaccia cliente, che lo rende facile da usare. La cosa migliore è che ti dà la possibilità di provare lo strumento gratuitamente in modo da poterlo testare prima di impegnarti.

    #6 Remarketing

    Il remarketing è il processo di posizionamento di un annuncio davanti ai precedenti visitatori del tuo sito web mentre stanno navigando altrove sul web. È anche la chiave per le conversioni.

    Sia gli annunci di Facebook che il remarketing della Rete Display di Google (GDN) sono strumenti convenienti per presentarsi al pubblico giusto e ricordare loro di acquistare.

    Gli annunci di Facebook stanno diventando più costosi poiché sempre più aziende li utilizzano, quindi è assolutamente necessario esaminare la Rete Display di Google per il remarketing. Personalmente, uso entrambi per coprire le mie basi poiché si presentano in luoghi diversi.

    #7 Prendi la fotografia sul serio

    L'utilizzo di immagini o foto di alta qualità è molto importante per le prestazioni della tua pagina web. Non dovresti mai usare la fotografia fai-da-te.

    Approfondiremo l'importanza della fotografia nella prossima sezione, ma ecco un podcast sulla fotografia con Matt Reed di Perth Product Photography che approfondisce la fotografia di e-commerce.

    #8 La velocità del sito web è la chiave!

    Ne parleremo in una sezione separata di seguito: la velocità del sito è una parte fondamentale dell'ottimizzazione della conversione e-commerce!

    #9 Esegui regolarmente il tuo checkout

    Super semplice ma molto spesso dimenticato, passa regolarmente alla tua cassa. Acquista qualcosa, assicurati che il processo sia fluido, che funzioni senza errori e che le e-mail inviate dal sistema abbiano un senso! Assicurati anche che le e-mail del carrello abbandonate si attivino correttamente.

    Il tuo sito web non è un listino prezzi: ingrassa il tuo sito e assicurati di vendere al cliente

    ti ingrassi

    Al giorno d'oggi, è necessario sapere come vendere il cliente . Molti siti che vedo non sono altro che un listino prezzi glorificato!

    I clienti di oggi sono molto più sofisticati e hanno molte più opzioni rispetto a pochi anni fa. Per stabilire una connessione genuina con loro, devi sapere COME vendere.

    In questa sezione, ci concentreremo sul primo principio: come rispondere alle esigenze o ai desideri dei potenziali clienti. Per fare ciò, è necessario includere il contenuto giusto. Ecco uno sguardo più da vicino a cosa significa.

    Qual è il contenuto strategico "giusto" che aiuterà a guidare le vendite?

    Qualsiasi sito di e-commerce consolidato deve avere contenuti pertinenti sulle proprie pagine che offrano valore al cliente. Dopotutto, cosa c'è che ti separa dal prossimo ragazzo che vende la stessa cosa?

    In breve, semplicemente fornire informazioni che non mirano ai desideri o alle esigenze dei potenziali clienti non farà molto per te.

    Here are some common problems I see:

    • Having too little content on a page
    • Too many keywords on one page
    • Product list with manufacturer's descriptions
    • Category pages with no text, just a list of products
    • Having low quality content that looks like a robot wrote it

    If your site is just a bunch of random product pages with prices and descriptions, you'll ultimately struggle to rank. If somehow you do rank, you'll struggle to convert visitors.

    That's why paying attention to your content is key.

    First off, when you're creating content, pay attention to keyword content matching. You want ONE keyword target per page. One thing to understand about your content on an ecommerce site is that every page is a landing page.

    And if you're hiring a high-quality content provider to create multiple pages – make sure you specify which keyword is for which page.

    Every page is potentially the first thing the customer sees – the homepage, category pages, product pages. All can be a landing page, which means every page needs valuable content that answers questions effectively.

    And by valuable content, I don't mean a bunch of text that serves no purpose either. There are strategic elements you should cover on your webpage.

    Here's a basic checklist of the content you need to include on the pages of your site.

    1) Use High Quality Videos and Photos

    high quality

    Anytime you're putting photos or videos on your ecommerce site, make sure they're high-quality. If you're selling your own products, having a video for every product can work well. Using professional images is important because that's all the customer has to rely on and it can affect your conversion rate.

    Here's a podcast called Is Photography the Silver Bullet? where I talk to my friend and business partner, Matt Reed, who is a professional photographer and runs a studio. He covers how customers buy for both emotional and logical reasons.

    High-quality photos that show the product in situations with fine detail taps into emotional buying. Logical reasons are things like product features, price, and free shipping. You need BOTH to make the sale.

    2) Offer Helpful Information like User Manuals

    Lots of sites we come across have products pages that have simply copied manufacturer's descriptions. This strategy is not good enough and does little to help with your conversions.

    It's your job to stay on top of the message you send. Don't leave it up to the manufacturer to sell for you. One thing you CAN do is go on the manufacturer's site and download their videos. Put them on your own YouTube channel or embed them on your site.

    For videos with a lot of talking, use Rev to easily get transcripts made. Add the transcript to the video on YouTube, which will help rank the video and your page. If it's a long video, convert the transcript to a PDF customers can download.

    If there are product specifications or user manuals, offer a PDF the customer can download directly from your site. That way, they have all the information they'll need without having to look elsewhere.

    3) Put Text on the Page

    It's important to have actual content on your page to help you rank higher. Often times we see clients who may have a lot of details in the photos, but no text. This is especially relevant with nutritional or supplement sites.

    Instead of simply using photos with text, convert the information in photos to text on the page. Not only is it better for SERPs, it's easier for the customer to read. Other content elements that help put text on-page include:

    • Dettagli abbonamento
    • Termini di cancellazione
    • Politiche di spedizione
    • Spese di spedizione
    • Qualsiasi altra cosa su cui il tuo cliente potrebbe avere domande

    Questo tipo di contenuto è fondamentale per aiutare il cliente a prendere una decisione di acquisto. Includilo in ogni pagina del prodotto per arricchire i tuoi contenuti e posizionarti più in alto.

    4) Chiarire le forme di pagamento accettabili

    pagamento

    Fai sapere ai potenziali clienti quali forme di pagamento accetti sulla tua pagina di pagamento! Offrire queste informazioni può creare o distruggere una vendita. Considera l'utilizzo di quanto segue:

    Potrebbe essere ovvio per te quali metodi di pagamento accetti, ma a meno che tu non abbia detto esplicitamente al visitatore che non lo sanno.

    Dimostrando gli ovvi passaggi 1-2-3-4, ecco quali metodi di pagamento accettiamo, come funziona la spedizione e come ordini i prodotti e così via, in quasi tutti i casi, migliorerà il tuo tasso di conversione.

    5) Usa un modello per risparmiare tempo

    Come probabilmente saprai, le pagine più lunghe tendono a classificarsi meglio delle pagine più corte, quindi è utile aggiungere dettagli a ciascuna pagina. Alcune delle informazioni che devono essere su più pagine possono essere modellate (come le informazioni di pagamento o di spedizione).

    Chiedi a un VA di aggiungere informazioni sul modello su ogni pagina o modifica il modello nel tuo CMS per includerlo.

    Una cosa a cui prestare attenzione, soprattutto con i prodotti nutrizionali, è includere la lista degli ingredienti. Occasionalmente, ciò interromperà cose come Google Shopping poiché sono molto sensibili a quel tipo di informazioni.

    6) Controlla cosa sta facendo la tua concorrenza

    Guardare le pagine della concorrenza di alto livello può darti una buona idea di ciò che devi includere per arricchire i tuoi contenuti. Scopri i migliori concorrenti o quelli che pagano per Adwords.

    Ci sono anche strumenti che ti dicono quali parole chiave mancano nella pagina e quali contenuti hanno i concorrenti che tu non hai. Vectorfy e lo strumento per le parole chiave SEO cognitivo ( https://keywords.cognitiveseo.com/ ) sono ottimi per ottenere informazioni sulle lacune nei contenuti della tua pagina e riempirle.

    7) Rispondi alle domande prima dell'acquisto

    Ci sono domande a cui il tuo cliente vuole una risposta prima di impegnarsi nell'acquisto, soprattutto se il prodotto è tecnico o l'offerta è complessa. Le persone hanno bisogno di risposte.

    È tuo compito offrire queste informazioni sulla tua pagina, che si tratti di un video YouTube incorporato, della Guida all'acquisto o di qualcos'altro.

    MAI indirizzare il cliente a terzi per ottenere informazioni. Il semplice collegamento dei lead al video di YouTube di qualcun altro potrebbe significare che hai perso quel cliente a causa del buco nero di YouTube.

    Ecco un esempio di una guida completa per gli acquirenti su uno dei nostri siti come esempio.

    L'abbiamo costruito non in base alle parole chiave, ma alle domande più comuni che i clienti si sono poste prima dell'acquisto: sorpresa sorpresa ha spinto le conversioni alle stelle.

    8) Vendi il cliente

    fare una vendita

    Questa è un'altra diapositiva di quella presentazione nel 2012 (grazie 2012 Brendan). Uso ancora questi 3 principi fondamentali come parte delle mie vendite oggi checklist. Ogni volta che lavoro con un sito o parlo direttamente con un cliente, utilizzo questo framework o elenco di controllo per assicurarmi di spingere ulteriormente il cliente lungo la canalizzazione di vendita in ogni punto di contatto.

    Ci sono 3 elementi chiave di cui un potenziale cliente ha bisogno per effettuare un acquisto:

    1. Un bisogno o un desiderio e il desiderio di ottenerlo (il desiderio può essere ciò che il prodotto o il servizio fa o fornisce)
    2. Fidati di te : dei tuoi prodotti, servizi e azienda
    3. Denaro: ROI reale e percepito (un modo semplice per hackerare questo è offrire opzioni di finanziamento o piano di pagamento)

    Ecco un breve audio per spiegare questo modello:

    Il tuo contenuto e il tuo sito devono selezionare queste tre caselle per effettuare una vendita. Meglio puoi selezionare la casella per ciascuno, più alto sarà il tuo tasso di conversione.

    imbuto

    Capire dove sono attualmente posizionati i tuoi potenziali clienti e il tuo mercato di riferimento in relazione al tuo imbuto di vendita è la chiave per commercializzarli in modo efficace. Le persone si comportano a seconda che si trovino in cima, al centro o in fondo all'imbuto. La SEO ha più successo quando prende di mira le persone nella parte inferiore e centrale/inferiore della canalizzazione. In genere, gli annunci di Facebook e la Rete Display di Google sono migliori per le persone che si trovano nella parte superiore della canalizzazione o in mezzo/parte superiore della canalizzazione.

    Se non sei bravo a vendere, queste risorse sono tra le mie preferite e mi aiuteranno molto:

    • Vendita di spin
    • Insight di vendita
    • Influenza – La psicologia della persuasione
    • persuasione

    Diventa un vero business (noto anche come BRAND): aumenta le conversioni, ottieni collegamenti, posizionati più in alto e ottieni "punto di differenza"

    tagli di penalità

    "Marca" è un concetto piuttosto astratto, quindi più facilmente spiegabile nell'audio, ma in poche parole, in un mondo di siti Web di dropshipping senza volto e imitazioni FBA, il marchio sta diventando sempre più importante.

    La buona notizia è che Google vuole classificare le aziende e i marchi, non i siti Web senza volto. Dal momento che è una parte enorme dell'algoritmo di Google, non è necessario combatterlo. Ha senso quindi essere un marchio. Scopri di più su come un branding chiaro e forte ha un potente effetto nell'aiutarti a differenziarti.

    Comunica chiaramente ciò che rappresenta il tuo marchio

    Prima che l'e-commerce iniziasse a esplodere, i clienti andavano in un negozio con una posizione fisica se volevano testare un prodotto o porre domande. Nel settore dell'e-commerce, tutto ciò che si è spostato online, quindi stai lavorando con un panorama diverso.

    Spesso nello spazio SEO, c'è confusione sul fatto che un sito web sia il business, ma la verità è in realtà il contrario. Un'azienda ha un sito web, anche se è gestita interamente online.

    Ad esempio, non possiedi un sito web che vende chitarre. Possiedi un negozio di chitarre che vende online. È un'inquadratura mentale sottile ma importante da distinguere. Quando cambi la tua mentalità, sarai meglio attrezzato per rispondere a domande come:

    • Cosa fa l'impresa?
    • Cosa significa?

    stare per

    Quando hai chiaro cosa rappresentano i tuoi prodotti e servizi, sei pronto per distinguere il tuo marchio dagli imitatori e dai concorrenti sul mercato. Avere un marchio che rappresenta qualcosa aiuta immediatamente i tassi di conversione offrendo ai clienti una solida ragione per acquistare da te.

    Pensa: le persone stanno prendendo a schiaffi i siti di drop shipping a destra e a manca. Ci sono innumerevoli prodotti imitativi su Logistica di Amazon. Non appena un prodotto viene pubblicato, compaiono 10 imitazioni. Allora perché avere un marchio è così importante?

    Differenzia te e la tua attività. Un marchio fa tornare i tuoi clienti in modo che tu possa ottenere conversioni ripetute perché ti conoscono, apprezzano e si fidano di te. Forse è la qualità del tuo prodotto, la tempestività del tuo servizio clienti o qualcos'altro.

    Qualunque cosa sia, scoprilo e comunicalo chiaramente ai tuoi clienti. Nel corso del tempo, faranno affidamento sul tuo marchio e sentiranno davvero la differenza rispetto all'acquisto da qualcun altro. Naturalmente, ci sono innumerevoli altri modi in cui un marchio forte può influenzare positivamente la tua attività. Ecco uno sguardo a cosa può fare per la SEO.

    Proteggi i termini del tuo marchio e usali per battere la concorrenza

    Il tuo marchio è fondamentale per la tua attività di e-commerce e nel tempo aiuta a determinare la tua reputazione. C'è un motivo per cui prodotti come Apple possono addebitare costi superiori a quelli che i concorrenti fanno pagare per prodotti simili.

    Se hai lavorato duramente per sviluppare una buona reputazione, devi prestare attenzione ai termini del tuo marchio nei motori di ricerca. Per la maggior parte delle aziende, i termini del marchio sono i più preziosi, la conversione più alta e i più facili da classificare.

    casella personale

    Nel contesto della SEO, avere un marchio adeguato ci offre anche collegamenti più facili, indipendentemente dal tipo di sito o cliente che sei. La prima cosa su cui ci concentriamo sono i termini di ricerca del marchio e l'aspetto dei risultati della SERP per quei termini del marchio.

    I termini del marchio sono così potenti che metà del settore SEO di affiliazione prospera sul fatto che viene prestata poca attenzione alle SERP del marchio. In casi estremi, i SEO possono superare il sito web aziendale reale!

    Quindi devi guardare la SERP come un falco per i termini del tuo marchio. Ciò è particolarmente vero per le aziende a 7 o 8 cifre. I potenziali clienti che cercano il tuo marchio VOGLIONO il tuo prodotto o sono già a metà del ciclo dell'acquirente e desiderano maggiori informazioni da te.

    Il primo posto in cui cercare i termini di ricerca del marchio è in Strumenti per i Webmaster di Google. Insieme ai dati sulla frequenza con cui le persone cercano il tuo marchio, vedrai anche le domande strane e meravigliose allegate ai termini di ricerca utilizzati dalle persone.

    Uno comune è per paese, in particolare per i marchi incentrati sugli Stati Uniti. Le persone cercano il marchio in cui vivono, che è facile da soddisfare. Basta creare una pagina per il paese in cui le persone ti stanno cercando e includere semplicemente qualcosa come:

    • Ecco i nostri rivenditori locali, oppure
    • Sì, spediamo in tutto il mondo

    La linea di fondo è che devi sapere cosa sta succedendo con i termini del tuo marchio nei motori di ricerca e prendertene cura. Se scopri domande comuni che compaiono nelle query di ricerca, crea contenuti per rispondere a tali domande per i clienti.

    Se non hai quel contenuto, è probabile che qualcun altro lo creerà e ti perderai. Oltre a proteggere i termini del tuo marchio, ci sono altri modi per ottenere più immobili nella SERP. Successivamente diamo un'occhiata a come le tecniche SEO locali si applicano alla tua attività di e-commerce.

    Sfrutta le tecniche SEO locali per superare i concorrenti nella SERP

    Essendo un "vero business" con un nome, un indirizzo e un numero di telefono (NAP), possiamo sfruttare le tecniche SEO locali per il nostro sito di e-commerce proprio come puoi fare per i siti affiliati. Una volta che hai il tuo NAP sul tuo sito, puoi facilmente andare a prendere quei frutti come:

    • Google Maps
    • Mappe di mele
    • Mappe Binging

    Le mappe ti danno collegamenti gratuiti, quindi saresti pazzo a non farlo. Una volta che sei lì, puoi andare anche a ottenere citazioni locali. Le citazioni sono collegamenti davvero economici che generalmente costano $ 2-3 per collegamento.

    citazioni locali

    La maggior parte delle aziende ha 70-100 citazioni di qualità disponibili, a buon mercato e che restano a lungo termine. Di solito utilizziamo BrightLocal ma Web 2.0 Ranker e SEO Butler sono anche buone opzioni a basso costo per ottenere citazioni locali.

    In generale, i nostri clienti di e-commerce con le migliori prestazioni sono misti locali ed e-commerce. L'altro vantaggio è che si posizionano più in alto su Maps e l'elenco inizia ad attivarsi per i termini di ricerca nella loro area geografica locale: sobborgo, città, stato, paese e spesso anche a livello internazionale.

    L'utilizzo di tecniche di SEO locale è un modo semplice ed economico per ottenere solidi backlink, anche se non sei realmente un'azienda locale per definizione classica.

    Potresti averlo visto quando un elenco di mappe viene visualizzato nel riquadro della conoscenza che occupa metà del risultato della ricerca. Ciò significa che la gestione aggressiva dell'elenco di Maps può soffocare i concorrenti della SERP per i termini di ricerca del marchio e aiutare a proteggere il tuo immobile nella SERP.

    La linea di fondo è che puoi accedere a Maps utilizzando tecniche SEO locali, ma prima hai bisogno di dettagli di contatto adeguati.

    Altri link facili...

    Le proprietà social, i siti di 2° e 3° livello sono modi semplicissimi per acquisire link e spingere condivisioni sui social sono il Web, assicurati di afferrare:

    • YouTube, Vimeo e DailyMotion (e carica i tuoi video su tutti e tre E sulla tua pagina Facebook)
    • Instagram
    • Twitter (link a Facebook se non nativamente post)
    • LinkedIn (link a Facebook se non nativamente post)
    • Facebook
    • Pinterest (aggiungi tutti i tuoi prodotti e categorie)

    Scava un po' nella SERP e assicurati di rivendicare tutte le proprietà social che appaiono per i concorrenti e anche i tuoi termini target. Spesso scoprirai opportunità di collegamento facili come le guide per gli acquirenti di Ebay. Usiamo anche Knowem.com anche per i link dei cuscini, il che rende questo processo semplice e piacevole.

    Una volta che inizi a pubblicare regolarmente sulle tue proprietà social, ti classificherai più in alto ed eliminerai i concorrenti che cercano di classificarsi per i termini del tuo marchio.

    Assicurati di utilizzare l'automazione ove possibile. Ad esempio, Twitter si collega a Facebook e Youtube, quindi pubblicare su uno automaticamente post sugli altri.

    ifttt

    Molte di queste piattaforme sono siti di 2° e 3° livello che non ottengono un enorme seguito sui social, ma possono comunque dare molto valore in termini di SERP real estate e spingere link e contenuti sul web. Imposta la condivisione sui social media con una rete IFTTT o usa Zapier.

    Ricorda, dove il content marketing e la SEO si intersecano è dove otterrai i maggiori guadagni. Quindi assicurati di non ignorare ciò che sta accadendo sulle piattaforme di social media in quanto ha un potente effetto sulle classifiche e può darti collegamenti preziosi.

    Cose da fare per il branding

    Finora ti ho fornito molte informazioni in termini di branding, quindi ripassiamo i passaggi.

    Innanzitutto, devi smettere di considerare la tua attività come un sito Web, ma come un'attività con un sito Web. Una volta che capovolgi il tuo pensiero lungo queste linee, troverai più facile sviluppare una forte strategia di branding.

    Assicurati di avere un nome, un indirizzo e un numero di telefono dell'azienda. Apparire come un'attività "reale" ti consente di sfruttare le tecniche di SEO locale anche se non sei locale per definizione classica.

    Quindi, devi rivendicare le proprietà dei social sul Web. In genere, quando ci avviciniamo alla proprietà del marchio e ai collegamenti gratuiti, eseguiamo il livello superiore - cose come Google, Bing e Apple Maps - manualmente.

    Quindi utilizziamo strumenti e servizi BrightLocal e Knowem per fare i collegamenti più economici.

    Naturalmente, potrebbe esserci un sottoinsieme delle cose di livello inferiore che richiede un po' di lavoro manuale per farle classificare. Ma ove possibile, inserisci manualmente le proprietà più grandi e paga un servizio o usa l'automazione per gestire quelle meno preziose.

    La linea di fondo è che una volta che hai una solida strategia in atto, troverai modi semplici per ottenere fonti di traffico, ottenere più collegamenti e vedere le lacune nella tua strategia SEO. Una di queste lacune potrebbe essere la presenza o meno di un funnel di revisione.

    Le recensioni e la reputazione sono importanti – Ottieni una canalizzazione di recensioni sul posto

    Soprattutto per lo spazio e-commerce, le recensioni sono una parte fondamentale per conquistare la fiducia dei clienti in modo che si sentano bene ad acquistare da te. Torniamo indietro e guardiamo l'elenco delle 3 cose di cui le persone hanno bisogno prima di acquistare:

    1. Un bisogno o un desiderio e il desiderio di ottenerlo
    2. Fidati di te: dei tuoi prodotti, servizi e azienda
    3. Denaro: ROI reale e percepito

    Le recensioni positive sono il modo migliore e più veloce per creare fiducia con i potenziali clienti sulla tua azienda e su ciò che vendi. Non solo fanno bene alla tua reputazione, le recensioni aumentano il SEO (soprattutto locale) e migliorano il CTR per le ricerche sia organiche che adwords.

    Come sai, un CTR migliore migliora il tuo ranking. Quindi, come sfruttare i potenti effetti delle recensioni dei clienti? Ecco i passaggi per sfruttare le recensioni a vantaggio della tua attività di e-commerce.

    1) Risolvi prima le recensioni negative

    Recensioni a 1 stella

    Se stai ricevendo recensioni negative in questo momento, è la prima cosa che devi affrontare prima di provare a ottenere più recensioni. Il web amplifica il sentimento. Se stai ricevendo recensioni negative, di solito significa che qualcosa è che l'attività è negativa o interrotta, nessuna quantità di SEO o marketing può risolvere questi problemi fondamentali.

    Prima di considerare l'impostazione di un funnel di revisione, dai un'occhiata onesta a dove si trova la tua attività in questo momento. Se si tratta di un'attività normale, il marketing online probabilmente la farà sembrare più ordinaria. Ma se sta andando bene, allora un buon marketing lo farà sembrare ancora migliore.

    Non danneggiare la tua attività consolidando la tua reputazione con problemi fondamentali fondamentali. Risolvi la causa principale delle recensioni negative prima di inseguirne altre.

    2) Imposta una canalizzazione di recensioni

    imbuto

    Ogni azienda di e-commerce ha bisogno di un funnel di recensioni per ottenere preziose testimonianze con il pilota automatico. Come ogni altro punto che ho fatto in questo articolo, la maggior parte delle aziende lo fa male.

    La maggior parte delle aziende riceve recensioni sui prodotti in modo errato e finisce per inviare spam ai propri clienti. Ad esempio, ti chiederanno su una scala da 0 a 10, con quale probabilità indirizzerai il tuo amico a questo prodotto? Non è un modo efficace per ottenere buone recensioni.

    La strategia che utilizziamo ha generato migliaia di recensioni ed è facile da eseguire. Circa 14-21 giorni dopo la spedizione dell'ordine o quando si prevede che il cliente abbia ricevuto il prodotto, inviare un'e-mail automatica con un oggetto come "Hai ricevuto il prodotto che hai ordinato?"

    Fondamentalmente stai solo seguendo per vedere se è arrivato in tempo e offrendo un'opportunità al cliente di farti sapere se è felice. È anche un ottimo modo per lasciare che ti parlino dei problemi prima che ti diano una recensione negativa.

    I migliori tipi di e-mail sono scritti in modo personale, come se stessi inviando un messaggio a un amico che ha ordinato dal tuo negozio online. Dovrebbero seguire una progressione naturale come "Ehi, hai ricevuto il tuo ordine? è tutto d'un pezzo? Cosa ne pensi?" Ecco un modello di recensione che puoi copiare e incollare che funziona davvero bene.

    Dopo aver saputo che l'hanno ricevuto, puoi chiedere un feedback su ciò che gli piace o se c'è qualcosa che puoi migliorare. Solo allora dovresti chiedere una recensione sul prodotto.

    Indirizza i clienti a una pagina di prodotto, Google Maps, Facebook o ovunque desideri inviare le recensioni. A volte puoi includere collegamenti a tutte le piattaforme e se sono davvero felici, pubblicheranno recensioni ovunque. Ma la parte più importante è assicurarsi che siano felici prima.

    L'automazione del processo di revisione ti consente di ottenere testimonianze sul pilota automatico, ma scopre anche potenziali problemi con l'azienda. È necessario conoscere questi problemi per proteggere la qualità delle recensioni e delle valutazioni a stelle.

    Una volta ottenuto uno schema per ottenere buone recensioni (ottimo lavoro!), ecco cosa devi fare.

    Ecco il modello esatto che abbiamo utilizzato per generare migliaia di recensioni sul Web.

    3) Ottieni lo snippet della recensione da mostrare nelle SERP

    Le recensioni sono una parte importante del puzzle dell'e-commerce, soprattutto per la SEO. Facendo apparire lo snippet delle recensioni nelle meta descrizioni nelle SERP, puoi attirare più clic, soprattutto se hai più stelle di un concorrente che si posiziona più in alto.

    Se la valutazione della tua recensione è buona ma non ti posizioni al primo posto, puoi ottenere più traffico rispetto al primo annuncio se non ha recensioni o stelle. Sfrutta le recensioni su piattaforme come:

    • Google Maps
    • Adwords
    • Google Shopping

    Usa questi elenchi di recensioni per riempire la SERP, in particolare per i termini di ricerca del marchio. I marchi più grandi che hanno concorrenti nella SERP per i termini del marchio devono prestare particolare attenzione a far apparire lo snippet della recensione nelle ricerche.

    In alcuni casi con un CMS o un tema meno recente, potrebbero esserci problemi con il markup. Assicurati che il markup della recensione sia presente anche nelle pagine dei tuoi prodotti in modo che lo snippet della recensione abbia l'opportunità di essere visualizzato nei risultati di ricerca. Un modo semplice per verificare se la tua pagina è verificata con markup validi è con Google Rich Snippet Tester .

    Questo video ti guida attraverso le nozioni di base del Google Rich Snippet Tester e dà una rapida occhiata al markup dello schema per le recensioni:

    4) Raccogli recensioni in una posizione centrale

    Le recensioni migliorano la reputazione della tua azienda e inducono i clienti a fidarsi della tua attività, dei prodotti o servizi che stanno acquistando e dei risultati che si aspettano di ottenere. Le recensioni positive ti aiutano a ottenere più traffico SEO e a vendere di più.

    Una maggiore fiducia nei confronti di un cliente può persino battere la concorrenza sui prezzi e altre obiezioni di base che un cliente potrebbe avere. Un ottimo modo per mostrare le tue migliori testimonianze è raccoglierle nella pagina principale delle recensioni dei clienti.

    Usiamo Mailchimp o Zapier più spesso, ma la maggior parte dei sistemi di e-commerce ha canalizzazioni di revisione integrate. Ecco un collegamento a un esempio di come abbiamo utilizzato i plug-in di recensione per creare una pagina di recensioni principale per un cliente.

    Alcuni CMS ti consentono di incorporare tutte le recensioni. L'altra opzione che hai è quella di utilizzare un VA per esaminare tutte le recensioni per assicurarti che siano pertinenti e inserirle manualmente nella tua pagina.

    Avere qualcuno che esamini le recensioni prima di pubblicarle è importante. Spesso, le persone inseriscono le richieste del servizio clienti nelle recensioni e non appartengono a quelle parti, quindi è necessario disporre di un processo in atto per catturarle.

    La linea di fondo è che le recensioni sono importanti, ma il marketing online amplifica il sentimento, quindi devi assicurarti di correggere prima le recensioni negative.

    Se la tua attività è buona, è il momento di impostare una canalizzazione di recensioni per ottenere automaticamente le testimonianze in modo da non perdere tempo a farlo a mano. E ricorda, non chiedere recensioni senza prima offrire valore al cliente.

    Mentre le tattiche e il layout della SERP cambiano in modo massiccio nel tempo, penso che sia sicuro dire che la ricerca è qui a lungo termine, il che mi porta al punto successivo.

    SEO on-page per l'e-commerce

    seo in loco

    Non entrerò troppo nei dettagli qui se non per ribadire che l'onpage è la chiave per il SEO dell'e-commerce, è il costo dell'ingresso alle classifiche, non importa quanti backlink hai, se il tuo SEO on-page fa schifo, girerai le tue ruote

    La guida SEO Onpage di Matt è un ottimo punto di partenza per questo.

    Alcune cose che aggiungerei che sono specifiche per l'e-commerce:

    1. Lo strumento di audit SEO di Semrush è fantastico e scoprirà problemi che altrimenti ti sfuggirebbero
    2. La ricerca di Google site:domain.com è super potente
      1. Pagine Noindex che non dovrebbero esserci
      2. Risolvi i problemi canonici
      3. Sbarazzati dell'impaginazione, l'impaginazione è SEO e la morte della conversione

    Questi due moduli di The Lab spiegano in modo più dettagliato la ricerca e l'impaginazione di site:domain.com:

    • Sito: ricerca dominio.com
    • L'impaginazione è la morte SEO

    Segreti CTR

    Una cosa di cui siamo fanatici che ottiene quasi zero attenzione nello spazio di marketing online al di fuori di AdWords è il CTR (percentuale di clic)

    È risaputo nel mondo di Adwords che qualcosa di semplice come scambiare le righe superiore e inferiore del testo pubblicitario di AdWords può portare il CTR dall'1% al 2% - questo è un miglioramento del 100%, o in altre parole, RADDOPPIA il traffico dal stesso annuncio.

    In realtà ho esitato a includere questa sezione perché probabilmente quest'anno creeremo un prodotto che si concentri specificamente sull'ottimizzazione del CTR: è incredibilmente potente.

    Al di fuori di Adwords e PPC, CTR è solo una nota a piè di pagina, il che è davvero strano.

    La maggior parte dei SEO si concentra esclusivamente sulle classifiche. C'è un presupposto che se sono "numero 1 in Google" allora ottengo tutto il traffico. Questo è completamente sbagliato.

    Applichiamo alcune logiche di base qui:

    Traffico organico = classifiche E un clic

    Quindi, se ti concentri esclusivamente sulle classifiche, perdi il 50% del puzzle del traffico organico totale.

    Lo stesso vale con i social.

    Anche in questo caso l'ipotesi è più condivisioni = più clic o traffico

    Sbagliato di nuovo.

    Traffico social = condivisioni E un clic

    Quindi, di nuovo, se ti concentri esclusivamente sulle condivisioni sui social e non ti concentri su CTR, ti stai perdendo una parte enorme del puzzle del traffico sociale.

    Un esempio del mondo reale:

    Questo è uno dei miei esempi preferiti di risultati del mondo reale da un focus sul CTR per la ricerca organica.

    Il cliente opera nel mercato dei servizi finanziari e serve un pubblico di nicchia in tutto il mondo. Si sono classificati abbastanza bene per i loro termini target, avevano una strategia di marketing dei contenuti ben calibrata, avevano un podcast, erano stati su podcast, avevano oltre 100 video di Youtube: stavano facendo tutto bene.

    Ci hanno chiesto di fare una revisione SEO del loro sito. Una delle cose che abbiamo consigliato è stata una riscrittura della loro meta descrizione in tutto il sito perché erano piuttosto ordinarie dal punto di vista del CTR.

    Erano scettici.

    Quindi, abbiamo proposto come test: avremmo riscritto le meta descrizioni per le prime 20 pagine e i primi 20 articoli del blog classificati per traffico/visualizzazioni di pagina.

    Non è stato fatto nient'altro al sito a parte durante quel periodo: ecco cosa è successo al loro traffico organico:

    ctr diapositiva

    Un aumento del 50% del traffico organico senza collegamenti aggiuntivi, solo ottimizzazione della meta descrizione.

    Dopo questo, il loro rango ha iniziato a fare questo:

    classifica da ctr

    Devi essere d'accordo, un risultato piuttosto sorprendente. Questo non è un esempio estremo: vediamo risultati simili su tutti i clienti, SEO locale, siti di e-commerce, siti di prodotti informativi, siti affiliati.

    Come ottimizzare per il CTR organico o SEO

    • Ogni singola pagina del tuo sito dovrebbe essere unica, quindi ogni meta descrizione dovrebbe essere unica
    • Parole potenti usate, GRATIS, VELOCE, Assicurato: usa TUTTO MAIUSCOLO per le parole importanti. Usa le maiuscole all'inizio delle parole importanti. Evidenzia parole potenti come "GRATUITO", "ENORME" o "MASSICCIO" con tutte le maiuscole: Google non ti consente di farlo in Adwords ma puoi farlo nella ricerca organica!
    • Vendi lo sfrigolio! Tratta la meta descrizione come una mini lettera di vendita con l'obiettivo di ottenere il clic.
    • Usa tutto lo spazio disponibile per la meta descrizione, ove possibile, ma non renderlo così lungo da non rientrare nel campo.
    • Non duplicare le parole, usa il simbolo della e commerciale invece di "e". In generale, avere il nome del prodotto o una variazione del nome del prodotto nella meta descrizione aiuterà il CTR.
    • Sfrutta il tuo vantaggio sulla concorrenza includendo un numero di telefono nella tua meta descrizione, se appropriato. Se la tua attività non è pura e-commerce e offri una funzionalità di prenotazione online dove molti concorrenti non includono anche questa.
    • Utilizza il rapporto "Analisi delle ricerche" di Google Webmaster Tools per approfondire le tue opportunità di CTR e CTR organici
    • Alcuni CMS come Shopify e WordPress con il plug-in Yoast SEO ti mostreranno un'anteprima dello snippet per impostazione predefinita, altri come Magento no, quindi abbiamo creato il nostro strumento: https://www.thesearchengineshop.com/title-tag-meta-description -scrittore/

    Esempio: prima

    prima di ctr

    Esempio: Dopo

    dopo ctr

    CTR e i Social….

    Probabilmente la metà dei siti Web su cui lavoriamo ha problemi con i tag a grafico aperto o semplicemente ne mancano completamente!

    Facebook fornisce questo strumento che ti mostrerà esattamente come appare il tuo sito quando è condiviso su Facebook e qualsiasi altra piattaforma che utilizza tag grafici aperti: Slack, FB Messenger, What's App, Twitter, Skype e così via.

    Dai un'occhiata qui: https://developers.facebook.com/tools/debug/

    Regole CTR sociale:

    1) Assicurati come minimo di avere un'immagine grafica aperta predefinita progettata specificamente per CTR, imposta SITEWIDE.

    Ecco un esempio di cosa sto parlando:

    opengraph

    2) Se stai usando WordPress, il plugin Yoast SEO è senza dubbio il miglior plugin SEO da usare. Per le tue pagine importanti assicurati che abbiano scritto separatamente titoli e descrizioni di Facebook E immagini a grafico aperto personalizzate.,

    3) Assicurati che il tuo CMS stia effettivamente inserendo tag grafici aperti! Molti non lo fanno per impostazione predefinita, ma avranno un plug-in di terze parti che aggiunge questa funzionalità.

    4) Se stai iniziando da zero, usa uno strumento come Buzzsumo in modo da vedere i tuoi migliori contenuti per condivisioni e lavorarci sopra .

    5) Canva.com è un ottimo strumento da utilizzare per creare immagini a grafo aperto pulite e di alta qualità.

    La velocità del sito web conta

    Potrei parlare tutto il giorno sulla velocità del sito, ci sono così tante opinioni online insieme a un flusso costante di post sui gruppi di Facebook sugli approfondimenti sulla velocità delle pagine, senza dubbio le sembri.

    La velocità è decisamente importante. IMO la maggior parte dei SEO sbagliati ha la mentalità sbagliata: la velocità veloce non ottiene conversioni e classifiche, la velocità lenta li perde, è un risultato negativo.

    Questo è il nostro approccio alla velocità in poche parole:

    Non sprecare il tuo tempo con le informazioni sulla velocità della pagina, è vecchio, è stupido, mancano un sacco di cose chiave, invece mira a meno di 1 secondo in tools.pingdom.com , meno di 1 secondo è dove i caricamenti della pagina sembrano istantanei.

    Gli approfondimenti di Pagespeed sono più focalizzati sulla velocità di rendering che non è una grande vittoria con un tema moderno. Inoltre, carica il sito sul tuo smartphone, indipendentemente da ciò che dicono gli strumenti di velocità, se il sito sembra lento da caricare, è lento da caricare.

    1) Il tuo hosting ha idealmente il supporto HTTP2, puoi testarlo qui: https://tools.keycdn.com/http2-test. HTTP2 ha bisogno di https per funzionare, ecco un confronto di velocità o http2 vs http1.1: https://imagekit.io/demo/http2-vs-http1

    Mettendo Cloudflare di fronte al tuo host, anche un CMS cloud come Bigcommerce o Shopify gli fornirà il supporto HTTP2 se non lo ha già.

    cloudflare

    2) Usa Cloudflare per l'hosting DNS, è l'host DNS più veloce al mondo, vedi DNSperf, il CDN ha anche il maggior numero di PoP in tutto il mondo, quindi sarà il più veloce (gli approfondimenti sulla velocità della pagina non controllano la velocità dell'hosting DNS).

    3) Se sei su WordPress, usa PHP7 invece di php5.6, v7 è 2-3 volte più veloce che equivale a un miglioramento della velocità del sito di ~ 30%, più su Woocommerce (gli approfondimenti sulla velocità della pagina non possono controllare la tua versione di php).

    4) Smush immagini con WP Smush it o equivalente

    Gli approfondimenti di Pagespeed affermano di utilizzare la compressione con perdita di dati (meno dimensioni del file, meno qualità), in un primo ambiente di marketing/commerciale non vogliamo farlo ... usiamo la compressione senza perdita (meno dimensioni del file, stessa qualità). Come abbiamo già detto, la fotografia è probabilmente il modo più semplice per aumentare la conversione per seo/SMB/e-commerce locali.

    Indipendentemente da ciò che pensi, la compressione con perdita di dati è cattiva e influisce sulla qualità delle immagini e quindi sulla qualità del tuo marketing).

    Cloudinary ha un fantastico strumento di controllo delle immagini che dirà quante altre immagini possono essere compresse utilizzando un servizio di ottimizzazione delle immagini basato su cloud come Cloudinary o la versione a pagamento di Cloudflare.

    5) Usa la memorizzazione nella cache se il tuo host non lo ha. La cache totale di W3 è il plug-in di memorizzazione nella cache più veloce, ma devi sapere come utilizzarlo, WP Rocket non è così veloce ma è più personalizzabile (le informazioni sulla velocità della pagina non te lo diranno).

    6) Disattiva tutti i plug-in e il codice di monitoraggio che non stai utilizzando.

    7) Non utilizzare carichi pigri o effetti di transizione, softload, dissolvenze o qualsiasi altra stronzata fantasiosa del tuo tema, aggiunge ritardi nel rendering del sito in modo che il carico percepito sia più lento.

    8) Elimina tutti i banner che hai, banners=conversion death.

    Nota di Matt : Brendan è troppo educato per vendere qui, ma se hai problemi di velocità, dai un'occhiata al suo servizio su The Search Engine Shop. Li ho usati. Sono fantastici.

    Metterlo in pratica

    È facile leggere un enorme elenco di suggerimenti e tattiche che "dovresti" implementare, ma la maggior parte delle persone non lo fa. Ecco perché mettere in pratica anche solo alcune di queste tecniche ti metterà davanti al 90% della concorrenza.

    È chiaro che la maggior parte della SEO per eCommerce è fraintesa e rimane un mistero per la maggior parte dei marketer online. Dal momento che il campo di gioco cambia così rapidamente, puoi usare queste tattiche per concentrarti prima sulle grandi vittorie, piuttosto che tuffarti in tecniche a breve termine che dovranno essere cambiate lungo la strada.

    Concentrandosi sui fondamenti e sulle strategie di base che sono testati nel tempo e supportati da solidi principi di business, vendite e marketing, eccellerai nel tuo eCommerce SEO molto più che se ti preoccupi di piccole tecniche "alla moda".

    In caso di dubbio, inizia con uno.

    Un'unica tattica di base da implementare nelle tue strategie SEO. E se riesci ad allontanarti da questo articolo con una tattica o un principio attuabile, allora puoi considerare il tempo che hai dedicato alla lettura di questa guida un investimento prezioso.