I 6 fattori SEO on-page più importanti nel 2021

Pubblicato: 2021-07-20

Quali fattori SEO on-page sono più importanti quando si tratta di posizionare i tuoi siti web sui motori di ricerca?

Google utilizza oltre 200 diversi fattori di ranking per determinare come i siti web come il tuo dovrebbero essere classificati nei risultati dei suoi motori di ricerca. La maggior parte di questi fattori rientra in una delle tre categorie:

  • Fattori di ranking SEO tecnici , che includono segnali sulla salute, la sicurezza e il funzionamento del tuo sito web
  • Fattori di posizionamento SEO on-page , che includono segnali sul tema, la pertinenza e l'oggetto dei contenuti offerti sul tuo sito web
  • Fattori di ranking SEO off-page , che includono segnali sull'autorità e la portata del tuo sito web

L'ottimizzazione SEO on-page si concentra sull'ottimizzazione delle singole pagine web per aiutarle a posizionarsi più in alto sui motori di ricerca.

Mentre la SEO off-page si concentra sulla creazione di collegamenti al tuo sito Web attraverso la promozione e la divulgazione, la SEO on-page si occupa di assicurarsi che i crawler dei motori di ricerca possano comprendere la pertinenza e l'oggetto del tuo sito Web in modo che l'algoritmo di Google possa mettere il tuo sito Web in primo piano cercatori interessati.

Questo articolo tratta i 6 fattori SEO più importanti sulla pagina che Google utilizza per classificare i siti Web nei risultati di ricerca. I marketer digitali dovrebbero ottimizzare questi fattori per ogni pagina dei loro siti Web per ottenere il traffico più organico per i loro sforzi di marketing dei contenuti.

Quali sono i fattori di ranking SEO più importanti sulla pagina?

Ecco una rapida ripartizione della nostra lista dei primi sei per riferimento.

  1. Velocità pagina Page
  2. Ottimizzazione delle parole chiave
  3. Titolo
  4. Intestazioni HTML (H1-H6)
  5. Ottimizzazione dei contenuti
  6. Link

Perché i fattori SEO on-page sono importanti?

I fattori SEO on-page sono importanti per garantire che le pagine chiave del tuo sito web si posizionino nei motori di ricerca per le parole chiave che i tuoi potenziali clienti stanno digitando nei motori di ricerca.

I motori di ricerca come Google utilizzano robot Web noti come crawler per scoprire nuove pagine Web su Internet e monitorare gli aggiornamenti delle pagine Web di cui è già a conoscenza. I crawler analizzano la struttura e il contenuto dei siti Web, determinandone il tema e l'oggetto in modo che possano essere indicizzati nel database di Google. Qualsiasi post del blog, pagina web o URL nell'indice può essere restituito come risultato di ricerca dall'algoritmo di ricerca di Google.

Se le tue pagine web sono mal ottimizzate, i crawler di Google non capiranno di cosa tratta il tuo sito web e potresti classificarti per le parole chiave sbagliate o per nessuna parola chiave. Se i tuoi contenuti non sembrano autorevoli o di valore, Google potrebbe ignorarli del tutto!

L'ottimizzazione efficace dei fattori SEO on-page aiuta i motori di ricerca a comprendere il tuo sito web e a classificarti nei loro risultati.

Quando i motori di ricerca possono farlo in modo efficace, il tuo sito web ottiene traffico mirato gratuito che è veramente interessato a ciò che offre il tuo sito web. Ciò si traduce in un'esperienza positiva per i tuoi visitatori, che li rende più propensi a visitare il tuo sito Web e a utilizzare nuovamente quel motore di ricerca.

Quando ottimizzi efficacemente i fattori SEO on-page, tutti vincono:

Gli utenti trovano contenuti pertinenti alle loro esigenze.

Ottieni più traffico organico sul tuo sito web.

Google offre un'esperienza straordinaria per gli utenti.

Ora esaminiamo i 6 fattori SEO più importanti sulla pagina che puoi ottimizzare per iniziare a posizionarti più in alto nelle pagine dei risultati dei motori di ricerca.

I sei principali fattori SEO on-page nel 2021

Velocità pagina Page

La velocità della pagina descrive quanto velocemente (o quanto lentamente) una pagina viene caricata sul tuo sito web.

L'impatto della velocità di caricamento della tua pagina come fattore SEO on-page è duplice.

In primo luogo, i tempi di caricamento delle pagine lenti hanno un grande impatto negativo sull'esperienza dell'utente. I dati degli utenti mobili hanno rivelato che il 53% delle visite al tuo sito Web verrà probabilmente abbandonato se il tuo sito Web impiega più di 3 secondi per caricarsi.

Questa è una frequenza di rimbalzo enorme prima ancora che la pagina sia stata caricata.

La parte successiva è anche peggio: Google utilizza il suo browser Chrome per raccogliere dati sul campo che lo aiutano a capire come gli utenti interagiscono con il tuo sito web. Quando gli utenti rimbalzano dalle tue pagine web nel browser Chrome, Google è in grado di tenerne traccia e correlarlo con un'esperienza utente scadente.

Indovina cosa fa al tuo posizionamento nei risultati dei motori di ricerca?

Sprofondano.

Quindi, ecco cosa fare al riguardo:

Google PageSpeed ​​Insights è uno strumento gratuito che può aiutarti a testare la velocità della pagina sul tuo sito web e a capire perché hai problemi con i tempi di caricamento.

Una volta che sei passato allo strumento, inserisci l'URL della pagina web che desideri testare nella casella di testo e fai clic sul pulsante Analizza:

velocità della pagina google sul fattore seo della pagina

Immagine: Google PageSpeed ​​Insights

Attendi qualche secondo per il completamento dell'analisi e verrai indirizzato a una pagina dei risultati con molti dati che puoi utilizzare per iniziare a ottimizzare la velocità della pagina sul tuo sito web:

approfondimenti sul controllo della velocità della pagina

Immagine: opportunità di miglioramento della velocità della pagina e diagnostica generate da Google PageSpeed ​​Insights.

Le ottimizzazioni della velocità della pagina spesso includono un elemento tecnico, quindi potresti aver bisogno dell'aiuto di uno sviluppatore web per implementare alcune di queste correzioni che aiuteranno la tua pagina a caricarsi più velocemente. Tuttavia, trarrai notevoli vantaggi dall'offrire un'esperienza migliore agli utenti, riducendo la frequenza di rimbalzo e migliorando le classifiche di ricerca.

Ottimizzazione delle parole chiave

Quando Google esegue la scansione del tuo sito web, le parole chiave sono il fattore più importante utilizzato per identificare l'oggetto e la pertinenza del contenuto di ciascuna pagina.

La corretta ottimizzazione delle parole chiave sulla tua pagina dice a Google (e ai visitatori del tuo sito web) esattamente di cosa tratta il tuo contenuto

Anche se crei contenuti molto utili e preziosi per il tuo pubblico, una scarsa ottimizzazione delle parole chiave impedirà a Google di visualizzare tali contenuti nei risultati di ricerca agli utenti che altrimenti vorrebbero leggerli.

Ecco come iniziare a gestire l'ottimizzazione delle parole chiave in tutto il tuo sito web:

Puoi utilizzare un software SEO come SEMrush per vedere per quali parole chiave stai classificando sui motori di ricerca in tutto il tuo sito web:

strumento di ottimizzazione delle parole chiave

Immagine: strumento di monitoraggio del ranking delle parole chiave di SEMrush

Ogni pagina web del tuo sito dovrebbe essere ottimizzata esattamente intorno a una specifica parola chiave . Per ottenere i migliori risultati, si desidera ottenere l'allineamento tra:

  • I contenuti della tua pagina
  • La parola chiave principale della tua pagina
  • Una parola chiave utilizzata dal tuo pubblico di destinazione per cercare contenuti pertinenti
  • Le intenzioni di ricerca del tuo pubblico di destinazione

Non solo ogni pagina dovrebbe avere la propria parola chiave focus, ma ogni pagina del tuo sito web dovrebbe essere ottimizzata per una parola chiave focus diversa .

Quando ottimizzi più pagine del tuo sito web attorno alla stessa parola chiave principale, sei essenzialmente in competizione con te stesso per le classifiche di ricerca. Questo è noto come parola chiave cannibalismo .

Includere le menzioni della parola chiave principale in tutto il contenuto aiuta i crawler dei motori di ricerca a comprendere l'argomento di ogni pagina, ma è importante evitare menzioni eccessive o ripetitive (a volte chiamate keyword stuffing ).

Invece, punta a una densità di parole chiave dell'1-2%. Ciò significa che per ogni 100 parole di contenuto sulla pagina, puoi tranquillamente menzionare la tua parola chiave focus una o due volte.

Se hai bisogno di ispirazione per le parole chiave che potresti voler scegliere come target, ti consigliamo di utilizzare lo Strumento di pianificazione delle parole chiave di Google. Puoi scoprire nuove idee per le parole chiave e valutarne la redditività analizzando metriche come il volume di ricerca e il costo per clic.

pianificatore di parole chiave di google

Immagine: utilizza lo Strumento di pianificazione delle parole chiave di Google per scoprire nuove idee per le parole chiave.

Titolo

I crawler di Google raccolgono informazioni sul tuo sito web analizzando il codice su ogni pagina.

Una delle prime aree in cui i crawler cercheranno di iniziare a comprendere l'argomento di una pagina è il titolo.

Le pagine web codificate in HTML devono contenere tutte un tag title. I tag del titolo vengono utilizzati per definire il titolo della pagina nella barra degli strumenti del browser. Sono anche usati per creare segnalibri quando un visitatore vuole aggiungere ai preferiti una delle tue pagine e come titolo di visualizzazione quando ti posizioni nei motori di ricerca. I tag del titolo devono essere ottimizzati per trasmettere informazioni accurate sul tema della pagina, sui contenuti e sull'oggetto sia ai crawler dei motori di ricerca che agli utenti umani.

Ecco cinque best practice che puoi seguire quando ottimizzi i tag del titolo:

  1. Includi la tua parola chiave focus nel tag del titolo, preferibilmente vicino all'inizio.
  2. I risultati di ricerca di Google in genere visualizzano i primi 50-60 caratteri del tag title . Potresti voler condensare i tuoi titoli in modo che rientrino in questo limite di caratteri per assicurarti che l'intero titolo venga visualizzato nei risultati di ricerca di Google.
  3. I titoli brevi non sono sufficientemente descrittivi . Evita di scrivere tag del titolo di lunghezza inferiore a tre o quattro parole.
  4. Allinea i tuoi contenuti con il tuo titolo . Assicurati che il titolo descriva accuratamente ciò che offri nella pagina.
  5. Allinea il tuo titolo con l'intento di ricerca. Comprendi cosa vogliono gli utenti quando digitano la tua parola chiave principale e usa il tuo titolo per incoraggiare i clic trasmettendo il valore dei tuoi contenuti.

Intestazioni HTML (H1-H6)

Oltre al titolo della pagina, i tag di intestazione HTML possono anche inviare un segnale a Google sull'argomento e sui contenuti del tuo sito web.

Anche l'uso di intestazioni HTML contribuisce a un'esperienza positiva per gli utenti.

Le intestazioni organizzano le informazioni, rompono i muri di testo sulla pagina che possono essere difficili da leggere e rendono più facile per i lettori sfogliare i tuoi contenuti per le informazioni che sono più rilevanti per loro.

Esistono due semplici modi per iniziare a ottimizzare i tag delle intestazioni;

  1. Le intestazioni sono disponibili in diverse forme e dimensioni (H1, H2, H3, H4, H5 e H6). In ogni pagina, l'intestazione più grande (H1) deve essere utilizzata per prima , con i titoli più piccoli (H2) e i sottotitoli (H3 e H4) che appaiono più in basso nella pagina e "annidati" nel contenuto, ove appropriato. Ciò rende più facile per lettori e crawler la navigazione verso parti diverse dei tuoi contenuti.
  2. Includi la tua parola chiave focus in alcuni dei tuoi tag di intestazione HTML, specialmente nei tag H1 e H2 che appaiono più in alto nella pagina.

Ci piace usare uno strumento gratuito basato sul web chiamato Answer the Public per aiutarci a trovare idee per titoli ricchi di parole chiave. Basta digitare la parola chiave principale nella barra di ricerca sulla home page del loro sito Web e restituiranno dati e visualizzazioni che riflettono il modo in cui la parola chiave principale viene digitata nei motori di ricerca:

rispondi al pubblico sullo strumento seo della pagina

Immagine: rispondi ai risultati pubblici per i fattori SEO sulla pagina

Ora che sai esattamente cosa cercano le persone riguardo alla tua parola chiave principale, puoi riconfigurare quelle query di ricerca in titoli e creare contenuti che rispondano direttamente alle domande e all'intento di ricerca del tuo pubblico di destinazione.

Ottimizzazione dei contenuti

L'errore più grande che i marketer digitali commettono quando si tratta di ottimizzare i fattori SEO on-page è concentrarsi troppo sull'ottimizzazione delle parole chiave e troppo poco sull'ottimizzazione dei contenuti.

Per molto tempo, gli algoritmi di Google hanno fatto sembrare che l' ottimizzazione delle parole chiave fosse la fine di tutto il ranking nelle SERP.

Ciò ha portato a pratiche come il keyword stuffing, in cui gli esperti di marketing iniettavano quante più menzioni possibili della parola chiave principale in un contenuto per farlo sembrare più pertinente e autorevole. Sebbene questo possa essere stato un metodo efficace per manipolare le SERP una volta, indubbiamente ha portato a contenuti ripetitivi e sostanzialmente inutili per la persona che li legge.

Oggi, Google si concentra sul fornire la migliore esperienza utente possibile collegando gli utenti con contenuti di valore che soddisfano le loro esigenze. I professionisti del marketing digitale devono andare oltre le ottimizzazioni delle parole chiave e sforzarsi di creare contenuti che risolvano realmente i problemi per il loro pubblico .

Ci sono due fattori di cui i marketer digitali dovrebbero essere consapevoli quando si tratta di ottimizzazione dei contenuti : la lunghezza del contenuto e l' intento di ricerca .

Google vedrà spesso i contenuti più lunghi come più autorevoli e utili rispetto ai contenuti più brevi. È stato anche dimostrato che i contenuti più lunghi generano più backlink e condivisioni sui social, conferendogli un valore aggiuntivo. Se vuoi classificare per parole chiave altamente competitive, inizia confrontando i contenuti più importanti per la lunghezza del contenuto e impegnati a scrivere qualcosa di ancora più lungo e autorevole.

Un altro aspetto importante dell'ottimizzazione dei contenuti è l'intento di ricerca. Google ha identificato quattro diverse intenzioni di ricerca che sono caratteristiche dei suoi utenti:

  1. Intento informativo: il ricercatore sta cercando informazioni generali su un argomento specifico.
  2. Intento di navigazione: il ricercatore sta cercando di navigare verso una destinazione o una pagina Web specifica.
  3. Intento transazionale: il ricercatore sta cercando di acquistare un prodotto o un servizio.
  4. Intento di indagine commerciale : il ricercatore sta cercando di confrontare prodotti o recensioni per supportare una decisione di acquisto.

Oltre a ottimizzare le tue pagine web attorno a una parola chiave focus, l'ottimizzazione dei tuoi contenuti attorno a una di queste intenzioni di ricerca può aiutarti a posizionarti più in alto nelle SERP.

Link

I link sono uno dei più importanti fattori SEO on-page che i crawler di Google considerano quando analizzano le pagine web.

I link sono spesso considerati un fattore SEO off-page, ma i link che compaiono sulla tua pagina web possono avere un impatto altrettanto grande sulle tue classifiche di ricerca quanto i link che puntano ad esso.

Quando una pagina web specifica ha molti link che puntano ad essa, Google vede quella pagina come più autorevole rispetto alla sua parola chiave principale.

L'intuizione chiave qui è che quei collegamenti non devono provenire da siti Web esterni, possono provenire da altre pagine del tuo sito Web. Questo è noto come collegamento interno . Il collegamento interno costruisce l'autorità delle pagine Web sul tuo sito Web, aiutando tutte le tue pagine a funzionare meglio nelle SERP. I collegamenti interni aiutano anche gli utenti umani a navigare facilmente nel tuo sito Web e a trovare contenuti aggiuntivi pertinenti ai loro interessi. Puoi utilizzare uno strumento di analisi dei link interni come questo gratuito di SEO Review Tools per rivedere e controllare i link interni sul tuo sito web:

collegamento interno alla pagina seo

Immagine: analizzatore di link interno di SEO Review Tools

Oltre ai link interni, le tue pagine web dovrebbero presentare link in uscita a siti web autorevoli nella tua nicchia. Questo mostra a Google che sei allineato con i leader nel tuo spazio e può fungere da segnale di fiducia che ti fa classificare più in alto nelle SERP.

Sommario

Grazie per aver letto il nostro elenco dei sei fattori SEO più importanti sulla pagina.

Questi non sono gli unici fattori SEO che il crawler di Google cerca quando analizza le tue pagine web, ma sono tutti fattori estremamente importanti che puoi iniziare subito ad affrontare per aiutare il tuo posizionamento nelle SERP e indirizzare più traffico organico al tuo sito web .