Come avviare un'attività basata su abbonamento [+ calcolatore GRATUITO]

Pubblicato: 2021-02-20

I modelli di business basati su abbonamento non sono una novità. Cose come Netflix, Spotify e il tuo servizio di email marketing sono tutti servizi basati su abbonamento. E il business basato su abbonamento è in forte espansione. L'ultima ricerca mostra che le aziende basate su abbonamento stanno ottenendo una crescita dei ricavi 5 volte più rapida rispetto all'S & P 500, con un incremento del 18,2% contro il 3,6%.

Parte del motivo per cui le aziende basate su abbonamento stanno prosperando è che la tecnologia lo rende facile. Gli imprenditori possono caricare contenuti, trasmettere in live streaming e accettare pagamenti con facilità. Inoltre, il software CRM combinato con l'email marketing rende più facile che mai rimanere in contatto con i clienti per costruire e coltivare quelle relazioni.

Ma molto serve per realizzare un profitto.

Ecco perché abbiamo deciso di mettere insieme questa guida che ti insegnerà come avviare un'attività basata su abbonamento che guadagni davvero. In questa guida imparerai cos'è il modello di entrate da abbonamento e come si differenzia dalle entrate normali, i tipi di attività basate su abbonamento e come avviare un'attività tutta tua. Iniziamo con le istruzioni che ti aiuteranno ad avviare un'attività in abbonamento su qualsiasi piattaforma prima di scoprire come avviare attività basate su abbonamento per newsletter via e-mail, siti di abbonamento, siti di contenuti premium e corsi online.

Vuoi scoprire il tuo potenziale di guadagno? Controlla il nostro Calcolatore delle entrate degli abbonamenti.

Calcolatore delle entrate ricorrenti mensili

Calcola le tue entrate totali su base mensile.

Ripartizione dei ricavi

Mese

1
$ 199.000
2
$ 199.000
3
$ 199.000
4
$ 199.000
5
$ 199.000
6
$ 199.000
7
$ 199.000
8
$ 199.000
9
$ 199.000
10
$ 199.000
11
$ 199.000
12
$ 199.000

Anno

1
$ 199.000
2
$ 199.000
3
$ 199.000
5
$ 199.000
10
$ 199.000

Come avviare un'attività basata su abbonamento che fa davvero soldi:

  • Che cos'è il modello di entrate degli abbonamenti?
  • Entrate degli abbonamenti rispetto alle entrate normali: qual è la differenza?
  • Tipi di attività basate su abbonamento
  • Come avviare un'attività basata su abbonamento
  • Come avviare un'attività di abbonamento e-mail
  • Come creare un sito di appartenenza
  • Come vendere contenuti premium basati su abbonamento su OnlyFans, Patreon e altro
  • Come creare un corso online
  • Marketing della tua attività basata su abbonamento

Che cos'è il modello di entrate degli abbonamenti?

Attraverso il modello di entrate dell'abbonamento, gli imprenditori generano entrate addebitando una tariffa ricorrente elaborata a intervalli regolari. Quando le aziende basate su abbonamento sono in grado di coltivare relazioni con i clienti a lungo termine , ciò si traduce in entrate ricorrenti che si accumulano nel tempo fintanto che le aziende lavorano per continuare ad aggiungere ulteriori clienti e mantenere i clienti che già hanno.


Entrate degli abbonamenti rispetto alle entrate normali: qual è la differenza?

Esistono due differenze fondamentali tra le entrate degli abbonamenti e le entrate regolari: i pagamenti ricorrenti e l'importanza della fidelizzazione dei clienti. Indipendentemente da ciò che vendi, se stai utilizzando il modello di entrate da abbonamento, vorrai essere sicuro di fornire un valore continuo ai tuoi clienti in modo che continuino ad abbonarsi.

Ricorda, con le attività basate su abbonamento, probabilmente venderai i tuoi prodotti e servizi a un costo inferiore rispetto a quello che faresti se il cliente acquistasse tutto in una volta. Ciò significa che ci vuole tempo per guadagnare un profitto sulla tua attività basata su abbonamento. Tuttavia, se riesci a mantenere i tuoi abbonati, ha il potenziale per essere una relazione piuttosto redditizia. Questo è diverso da un normale modello di entrate in cui vendi un prodotto, il cliente paga per questo e potresti non vederlo più per sei mesi, se mai.


Tipi di attività basate su abbonamento

È abbastanza sicuro dire che il modello di business basato su abbonamento non sta andando da nessuna parte. Con la proliferazione di box in abbonamento e attività SaaS, è probabile che vedremo più aziende basate su abbonamento in futuro, non meno. Diamo un'occhiata ad alcuni dei tipi più comuni di attività in abbonamento che potresti incontrare.

Scatole

In questi giorni puoi ottenere praticamente qualsiasi cosa in una scatola di abbonamento. Dagli articoli per animali domestici e giocattoli al trucco al tè e oltre, probabilmente c'è una scatola di abbonamento per questo.

SaaS

Così tante società di software hanno optato per un modello di servizio SaaS (Software-as-a-Subscription). Se il software può essere utilizzato online, è probabile che abbia un modello basato su abbonamento. Questo vale per tutto, dai software di contabilità come QuickBooks ai servizi di email marketing .

eCommerce

Questo tipo di attività basata su abbonamento è simile alle scatole di abbonamento di cui abbiamo già parlato. Invece di pagare per una scatola di prodotti, tuttavia, potresti pagare per spedizioni ricorrenti di materiali di consumo come carta igienica, lame di rasoio o testine per spazzolini elettrici.

Nuovo nell'eCommerce? Ecco come avviare un'attività di e-commerce nel 2021.

Accesso

Questi abbonamenti ti danno accesso a contenuti privati. Netflix, Spotify e OnlyFans rientrano in questa categoria come innumerevoli altri. Con questi servizi, in genere paghi per contenuti su richiesta o altri vantaggi (come la spedizione gratuita).


Come avviare un'attività basata su abbonamento

Ora che hai capito un po 'di più sulle attività basate su abbonamento, probabilmente ti starai chiedendo come iniziare a crearne una tua. In questa sezione, condividiamo i passaggi che puoi eseguire per creare la tua attività basata su abbonamento, indipendentemente da ciò che desideri vendere.

1. Fissare obiettivi

Cosa speri di ottenere con la tua attività in abbonamento? Non importa se il tuo obiettivo è raggiungere un reddito specifico, vendere un numero specifico di abbonamenti o ottenere un certo numero di clienti, devi capirlo. Questo ti aiuterà a indirizzare il pubblico giusto e impostare il giusto prezzo.

Ti incoraggiamo a fissare obiettivi sia a breve che a lungo termine. Gli obiettivi a breve termine ti aiutano a rimanere in pista in modo da essere sicuro di raggiungere quegli obiettivi a lungo termine. Lavorano molto bene insieme per mantenere la tua strategia di marketing agile in modo da poterti adattare meglio ai cambiamenti.


2. Fare ricerca

Una volta stabiliti i tuoi obiettivi, è il momento di fare ricerche. Ciò significa esaminare da vicino i tuoi concorrenti, adattarsi al mercato del prodotto e scoprire il tuo pubblico di destinazione .

Conduci un'analisi competitiva

Dare un'occhiata a ciò che fanno i tuoi concorrenti ti aiuterà a migliorare ulteriormente il tuo prodotto e la tua messaggistica. Ti consigliamo di considerare:

  • Quali aziende offrono prodotti simili
  • Le caratteristiche che hanno e cosa mancano
  • Cosa pensano di loro i clienti (questa è una buona occasione per scoprire cosa vogliono e cosa non ottengono)
  • Come sono i loro messaggi

L'ascolto sociale è un ottimo strumento che puoi utilizzare per l'analisi competitiva. Questa è la pratica di analizzare i messaggi dei social media, i commenti, le menzioni e altro su un argomento specifico.

Trova la tua proposta di vendita unica

Dopo aver compreso meglio cosa stanno facendo i tuoi concorrenti, puoi capire le lacune del mercato. Ciò è particolarmente importante se stai cercando di offrire un prodotto o un servizio che altri stanno già offrendo. Devi essere unico e distinguerti dalla concorrenza. Qual è la tua proposta di vendita unica ? Cosa c'è della tua attività in abbonamento che i clienti non possono ottenere da nessun altro?

Identifica il tuo pubblico di destinazione

La tua attività basata su abbonamento fallirà in modo spettacolare se non trovi il pubblico giusto. Ricorda, desideri che gli abbonati continuino a pagare il tuo prodotto o servizio mese dopo mese, a tempo indeterminato. Scopri quali problemi risolve il tuo prodotto o servizio e trova le persone che cercano quella soluzione. Perché le persone potrebbero aver bisogno di ciò che hai da offrire? Cosa sta succedendo nelle loro vite che li ha portati a cercare la soluzione specifica che hai da offrire?

Trova il tuo prodotto adatto al mercato

Adattamento al mercato del prodotto significa semplicemente dove la tua attività basata su abbonamento si inserisce nel mercato. Questa ricerca ti aiuta a convalidare la tua attività e a capire quante persone hanno bisogno della soluzione che hai da offrire. Dopo aver dimostrato che ce n'è bisogno, sai di avere un'offerta valida.


3. Crea Buyer Personas

Dopo aver completato la ricerca sui tuoi concorrenti , avrai molte informazioni sul tuo pubblico di destinazione che puoi utilizzare per creare buyer personas. Un acquirente è un profilo dettagliato di una persona immaginaria che rappresenta il tuo pubblico di destinazione o il cliente ideale. Se la tua attività di abbonamento è B2B , i tuoi buyer personas saranno rappresentazioni della tua attività o del tuo marchio fittizio perfetto. Non importa se sei un'azienda B2B o B2C, tuttavia, è molto probabile che ti ritroverai con più di un acquirente.

In effetti, consigliamo di creare da tre a cinque acquirenti. E potresti averne anche di più una volta che ti occupi di dati demografici, comportamenti, psicografia (hobby, abitudini di spesa, valori, ecc.) E gli altri modi in cui i tuoi clienti possono essere segmentati .

Alcune aziende potrebbero definirlo buono e saltare la creazione di buyer personas perché pensano che siano troppo lavoro.

Non farlo.

I Buyer personas sono una parte vitale del processo quando si tratta di costruire un'attività basata su abbonamenti di successo. Secondo una ricerca della società di customer intelligence Cintell, le aziende che superano gli obiettivi di lead e di fatturato hanno il doppio delle probabilità di creare buyer personas rispetto a quelle che non lo fanno. Non solo, ma il 93% delle aziende che superano gli obiettivi di lead e di fatturato riferiscono di segmentare il proprio database per persona.

Per iniziare a costruire i tuoi buyer personas, dai un'altra occhiata ai dati che hai già raccolto sul tuo pubblico di destinazione e inizia a segmentarli. Annota le caratteristiche dei tuoi potenziali clienti, come sono e come puoi raggiungerli. Una volta che il tuo pubblico è segmentato in tre o cinque (o più) acquirenti, inizia a rimpolpare quei personaggi come se fossero persone reali prima di passare alla costruzione di strategie di marketing che potresti utilizzare per indirizzare quegli acquirenti.


4. Costruisci la tua proposta di valore

Laddove la tua proposta di vendita unica riguarda la tua posizione rispetto ai tuoi concorrenti, la tua proposta di valore è più incentrata sul cliente e si concentra su come la tua attività basata su abbonamento migliorerà le loro vite. Ciò rende molto più facile per i potenziali clienti giustificare l'iscrizione. Prenditi il ​​tempo per costruire una proposta di valore ovvia in modo che i tuoi clienti non abbiano dubbi su cosa ci guadagni. Questo potrebbe significare:

  • Spiegare direttamente il valore della tua attività di abbonamento ai tuoi clienti, preferibilmente con fatti e cifre a sostegno delle tue affermazioni.
  • Mostra ai potenziali clienti come ti distingui dalla concorrenza e perché scegliere te ha senso.
  • Attira le persone nel tuo marchio e nella tua attività, incoraggiandole a saperne di più.

Costruire la tua proposta di valore ti darà il messaggio mirato che desideri condividere con i tuoi potenziali clienti per trasformarli in clienti paganti.


5. Impostare il giusto prezzo

Esistono diversi modelli di prezzo che puoi utilizzare per la tua attività di abbonamento.

  • Forfettario: offerta di set di funzionalità a un prezzo fisso
  • A livelli: offre diversi set di funzionalità a prezzi diversi.
  • Basato sull'utilizzo: il modello "pay as you go" in cui i clienti pagano solo per ciò che utilizzano
  • Per utente: i clienti pagano in base a quante persone lo utilizzano
  • Per caratteristica: i clienti pagano in base alle caratteristiche specifiche del prodotto
  • Freemium: i clienti possono provare il tuo prodotto (solitamente con funzionalità limitate) per un periodo di prova

Indipendentemente dal modello di prezzo con cui inizi o dal prezzo impostato, ricorda che puoi davvero cambiarlo. Guarda quante volte Netflix ha cambiato i suoi prezzi nel corso degli anni. Puoi e dovresti testare e analizzare i tuoi prezzi man mano che il tuo business in abbonamento cresce.


6. Testare e analizzare

Dopo aver svolto ricerche sulla concorrenza, creato buyer personas completi, creato la tua proposta di valore e stabilito il prezzo, è tempo di testare la tua strategia. Uno dei modi più comuni per farlo è con un lancio beta o una prova sul campo. Ecco come condurre un lancio beta:

  • Trova utenti. Cerca tester che corrispondano ai tuoi buyer personas in modo da ottenere informazioni preziose dalle persone che sono più simili ai tuoi clienti target.
  • Ottieni feedback. Avrai bisogno di feedback sia quantitativo che qualitativo dai tuoi utenti di prova. Il feedback quantitativo è numerico (sì o no, valutato su una scala, ecc.) E fornisce dati che possono essere utilizzati per trovare modelli e fare previsioni. Il feedback qualitativo è non numerico (risposte di testo, video o audio). Questi dati ti aiutano a comprendere concetti, opinioni ed esperienze in modo da poter ottenere informazioni più approfondite o generare nuove idee.
  • Modifica la tua offerta. In base al feedback ricevuto, apporta modifiche alla tua offerta e riprova.

Non devi limitarti a fare beta test solo all'inizio. Puoi usarli per modificare la tua offerta quando vuoi. Sono un ottimo modo per comprendere meglio il tuo pubblico e cosa funziona per loro.

Ti consigliamo anche di tenere traccia di alcune metriche importanti per la tua attività basata su abbonamento per assicurarti di ottenere le prestazioni che desideri:

Costo di acquisizione del cliente (CAC)

CAC è l'importo medio che spendi per ottenere un nuovo cliente. Ciò include tutti i costi di vendita e marketing. Questa metrica può aiutarti a pianificare la spesa per le future campagne di marketing . Ecco la formula:

Entrate ricorrenti mensili (MRR)

MRR è il reddito mensile che proviene dai tuoi abbonamenti ed è un buon indicatore della salute della tua attività. Quando sei appena agli inizi, punta a un MRR a due cifre: 10% –20%. Ecco la formula:

Entrate medie per utente (ARPU)

ARPU è il ricavo medio ottenuto da ogni abbonamento in un periodo di tempo specifico. Questo non dovrebbe includere utenti gratuiti o freemium. Questo numero può dirti se hai troppi clienti con piani alti o bassi. Se hai molti clienti che pagano per prodotti costosi, ci sono buone possibilità che molti di questi utenti paghino volentieri di più. Se hai troppi clienti nei piani a basso prezzo, tuttavia, probabilmente devi migliorare il tuo marketing o aumentare il valore dei tuoi piani più costosi in modo che gli abbonati ritengano che valgano i soldi extra.

Ecco come calcolare l'ARPU:

Tasso di abbandono MRR lordo

Il tasso di abbandono è il tasso con cui gli abbonati annullano i propri abbonamenti. Un tasso di abbandono elevato è un grosso problema per le aziende basate su abbonamento perché stai perdendo clienti a un ritmo troppo rapido. Ecco la formula:

Lifetime value (LTV)

CLV è l'importo medio delle entrate generate da un cliente specifico durante la vita di quel cliente (da quanto tempo è stato un cliente). Questo può aiutarti a capire quanti soldi dovresti destinare al marketing per ottenere nuovi clienti. Ecco la formula:

Ora che conosci le basi su come avviare un'attività basata su abbonamento, parliamo di alcune eccellenti attività basate su abbonamento che sono sia facili da avviare che redditizie da gestire.


Come avviare un'attività di abbonamento e-mail

Sapevi che puoi utilizzare una newsletter via e-mail come un'attività redditizia in abbonamento? Le newsletter a pagamento ti aiuteranno a generare entrate ricorrenti, ma ci vuole molto duro lavoro per mantenere la tua newsletter e-mail accattivante e abbastanza preziosa da far tornare gli iscritti ogni mese. In questa sezione, ti mostreremo come avviare un'attività di abbonamento e-mail.


Stabilire un obiettivo

Cosa speri di ottenere con la tua newsletter a pagamento? Qual è il tuo argomento? Come puoi creare abbastanza valore attorno a quell'argomento che le persone ti pagheranno per questo? Un buon punto di partenza è pensare a ciò di cui hai una conoscenza approfondita che desideri condividere con gli altri. Questa è la tua nicchia. Da lì, puoi scrivere di qualsiasi cosa purché sia ​​prezioso per il tuo pubblico e ti spinga verso il tuo obiettivo.


Crea un viaggio dell'acquirente

La creazione del percorso di un acquirente ti aiuterà a creare una solida strategia di vendita che sposta i potenziali clienti attraverso il tuo funnel di marketing . Ma ci sono alcuni passaggi che devi compiere prima di poter creare il viaggio dell'acquirente.

Innanzitutto, devi identificare il tuo studente ideale. Ti consigliamo di guardare indietro nella sezione relativa alla creazione di una buyer persona e di creare buyer personas per ciascuno dei tipi di persone a cui ti rivolgi. Tieni presente non solo l'aspetto del tuo pubblico di destinazione, ma anche come il tuo corso online può avvantaggiarlo.


Scegli un soggetto

Che corso offrirai? Il tuo argomento deve essere qualcosa di prezioso per il tuo pubblico di destinazione, qualcosa che li aiuterà ad avanzare nella loro carriera o crescere nella loro vita personale. La maggior parte dei corsi online rientra in uno di questi gruppi:

  • Competenza. Se sei un esperto in un determinato campo o materia, crea un corso online per questo.
  • Esperienza personale. Non devi essere un professionista per conoscere un argomento che le persone pagheranno per conoscere. Puoi attingere alla tua esperienza personale per creare un corso prezioso e di alta qualità.
  • Nuovo per te. Se non hai la competenza o l'esperienza personale in un argomento, puoi comunque creare un ottimo corso su di esso. Condividere ciò che stai imparando in tempo reale è molto utile per le persone che sono anche curiose del tuo argomento ma non vogliono affrontarlo da sole.

Prima di impegnarti in un argomento, assicurati di controllare la tua potenziale concorrenza per assicurarti di avere una piena comprensione di ciò che è già disponibile sul tuo argomento. Non rifuggire da argomenti che hanno una forte concorrenza, significa solo che c'è domanda. Ovviamente, non vuoi litigare con i tuoi concorrenti per gli scarti, quindi ti consigliamo di scegliere un argomento che abbia un buon livello di concorrenza a metà strada.


4Pianifica il tuo corso online

Inizia creando uno schema di ciò che tratterai nel corso. Con questo schema, avrai una migliore comprensione di quante lezioni avrà bisogno il tuo corso. Dovrai anche cercare modi per aumentare il valore e il prezzo del tuo corso tramite upsell e contenuti bonus.

Dopo aver delineato il tuo corso, avrai bisogno di un modo per renderlo carino, creare una pagina di destinazione del corso online e consegnarlo.


Trova la giusta piattaforma per i corsi online

Sono disponibili diverse piattaforme di corsi online , da soluzioni all-in-one come Thinkific a mercati di apprendimento come Udemy. Puoi persino costruirli nel tuo sito se desideri ospitare tutto da solo. Con tutte le opzioni che hai a disposizione, ecco alcune cose che puoi cercare per restringere le scelte della piattaforma del corso online per la tua attività basata su abbonamento:

  • Comunità. Una comunità online impegnata è un grande punto di forza per i corsi online. La piattaforma che scegli dovrebbe includere un elemento comunitario in modo che gli studenti possano sviluppare relazioni e imparare gli uni dagli altri.
  • Corsi dinamici. Non vuoi fornire un blocco di testo. Ovviamente puoi, ma i corsi con contenuti dinamici come immagini, video, download, GIF e altro saranno un'attrazione molto più grande per i potenziali studenti.
  • Espansione. Probabilmente non ti fermerai a un singolo corso, quindi cerca una piattaforma che semplifichi l'aggiunta di contenuti aggiuntivi e più corsi ... e magari aggiungi anche gruppi di breakout e mastermind.
  • Portabilità. Tutti sono sui propri dispositivi mobili in questi giorni. Trova una piattaforma per corsi online che sarà con gli studenti ovunque si trovino, accessibile sia da desktop che da dispositivi mobili.

Stabilire i prezzi

I prezzi dei corsi online variano notevolmente. Ciò rende un po 'complicato capire il prezzo giusto per il tuo corso online basato su abbonamento. Quando definisci i prezzi per il tuo corso, ecco alcune cose da tenere in considerazione:

  • Quanto tempo hai impiegato per creare il corso
  • La qualità del corso e dei contenuti associati
  • Quanto sarai coinvolto tu (o gli istruttori) nel fornire sessioni dal vivo, feedback, ecc.
  • Il valore che il corso crea per gli studenti a lungo termine

Quando si imposta il prezzo per il corso, può essere utile rivolgersi ai concorrenti per scoprire quanto fanno pagare per i loro corsi. Dovrai anche considerare il tuo pubblico di destinazione e quanto possono permettersi o sono disposti a pagare.


Avvia il tuo corso online

Sei pronto per il lancio! Ti consigliamo di lanciare il tuo corso a un piccolo gruppo prima di pubblicarlo nel mondo. Questo ti dà la possibilità di testare il tuo corso e ottenere feedback dai tuoi tester in modo da poter modificare il tuo corso prima del tuo lancio completo. Se il tuo lancio di prova va bene o hai adottato le modifiche necessarie, sei pronto per commercializzare il tuo corso online nel mondo.

1. Stabilisci un obiettivo

Cosa speri di ottenere con la tua newsletter a pagamento? Qual è il tuo argomento? Come puoi creare abbastanza valore attorno a quell'argomento che le persone ti pagheranno per questo? Un buon punto di partenza è pensare a ciò di cui hai una conoscenza approfondita che desideri condividere con gli altri. Questa è la tua nicchia. Da lì, puoi scrivere di qualsiasi cosa purché sia ​​prezioso per il tuo pubblico e ti spinga verso il tuo obiettivo.

2. Identifica il tuo pubblico di destinazione

Eccoci di nuovo con il pubblico di destinazione. Se sei nel marketing o in un influencer , non ti allontanerai mai dalla necessità di identificare il tuo pubblico di destinazione. Queste sono le persone interessate a quello che hai da dire. Così interessati, infatti, che sono disposti a pagare per questo. Quando definisci il tuo pubblico di destinazione, puoi creare campagne di marketing mirate che attirano nuovi abbonati e impediscono ai tuoi abbonati esistenti di andarsene.

3. Impostare una pianificazione

Nessuno pagherà per una newsletter via email che esce in modo casuale. Gli abbonati vogliono sapere a cosa si stanno iscrivendo e gran parte di ciò è sapere quando dovrebbero aspettarsi che arrivi la tua newsletter. A seconda che la tua iscrizione alla newsletter sia il tuo lavoro principale o solo un trambusto secondario, puoi impostare un programma che funzioni per te, che sia giornaliero, settimanale, mensile o meno frequente. La cosa più importante è impostare la pianificazione e comunicare agli abbonati qual è la pianificazione. E poi attenersi ad esso.

4. Imposta il prezzo

Abbiamo già coperto i vari modelli di prezzo che puoi utilizzare per la tua attività basata su abbonamento, quindi fai riferimento a quella sezione per un aggiornamento. La maggior parte degli abbonamenti a pagamento ha un prezzo compreso tra $ 2 e $ 15 al mese. Tuttavia, ti consigliamo di fare qualche ricerca sui tuoi concorrenti e su quanto fanno pagare per gli abbonamenti alla newsletter via email a pagamento. Ricorda solo che maggiore è il tuo prezzo, maggiore è il valore che devi fornire.

5. Configurare il servizio di email marketing e le opzioni di pagamento

Inizia collegando la tua piattaforma di pagamento (PayPal, Stripe, ecc.) Al tuo servizio di email marketing. Poiché le piattaforme di pagamento ei servizi di email marketing sono così diversi, ti consigliamo di controllare la documentazione per le tue piattaforme specifiche.

6. Creare una pagina di destinazione

Potresti essere tentato di spingere la tua iscrizione alla newsletter e-mail a pagamento ovunque sul tuo sito web, fa un'enorme differenza avere una pagina di destinazione dedicata per vendere l'abbonamento. In questo modo, puoi entrare nei dettagli su ciò che gli abbonati riceveranno per il loro investimento in corso e quanto spesso invierai e-mail tra le altre cose. Una landing page personalizzata rende molto più facile vendere qualsiasi cosa.

7. Fai crescere la tua lista di posta elettronica

Se stai iniziando un abbonamento a una newsletter e-mail a pagamento, non dovrebbe sorprendere il fatto che tu debba aumentare la tua lista di e-mail . Uno dei modi più semplici per farlo è aggiungere opt-in al tuo sito web, incoraggiando gli utenti a registrarsi. Questi utenti si iscriveranno alla tua newsletter gratuita. Puoi quindi utilizzare la tua newsletter gratuita per commercializzare la versione a pagamento.

A questo punto, sei pronto per creare la tua prima newsletter e-mail a pagamento e iniziare!


Come creare un sito di appartenenza

I siti di appartenenza possono essere a pagamento o gratuiti (o entrambi) e comportare il gating (blocco o occultamento) di determinati contenuti o sezioni del tuo sito web. Questo contenuto recintato è disponibile solo dopo che le persone si sono iscritte. Esistono diversi tipi di siti di appartenenza:

  • Flebo. Gli abbonati pagano un pagamento mensile per l'accesso a un'area membri con nuovi contenuti aggiunti ogni mese.
  • All-in. Gli abbonati ottengono l'accesso a tutti i contenuti contemporaneamente. Dovrai essere sicuro di aggiungere qualcosa di prezioso che accade su base ricorrente per mantenere gli abbonati in giro.
  • Comunità online. Gli abbonati pagano una tariffa per l'accesso a forum e gruppi privati.
  • Servizio. Gli abbonati pagano per un servizio che include l'accesso a risorse e strumenti tramite una sezione di iscrizione.

I corsi online potrebbero anche essere considerati siti di appartenenza, ma pensiamo che meritino una sezione a parte, quindi ti mostreremo come avviare un corso online più avanti in questa guida. Per ora, parliamo di come puoi creare un tuo sito di appartenenza.

1. Scegli una nicchia

Trovare la nicchia giusta è uno dei passaggi più importanti per creare un sito di appartenenza che porti entrate ricorrenti. Ci sono davvero infinite nicchie là fuori, ma non tutte ti faranno guadagnare. Alcune delle nicchie più popolari sono salute e fitness, finanza, bellezza, moda e intrattenimento. Naturalmente, questi sono argomenti piuttosto ampi con concorrenti piuttosto grandi. Invece di scegliere una nicchia così ampia, ti consigliamo di approfondire la tua nicchia scelta per trovare qualcosa che non abbia un sacco di concorrenti ma che sia comunque una nicchia praticabile e redditizia. Ad esempio, invece di cercare di ottenere buoni risultati nel vasto argomento di salute e fitness, potresti scegliere di concentrarti sullo yoga. Ma non solo yoga, che è ancora un argomento piuttosto ampio. Continuerai ad approfondire per trovare una nicchia che abbia un vasto pubblico e solo pochi concorrenti come "yoga per persone neurodiverse" o "yoga per persone con dolore cronico".

Una volta che hai alcune idee per una nicchia, controlla la concorrenza e il mercato. Chi sono i tuoi concorrenti? Cosa stanno facendo? Che tipo di prodotti e servizi esistono? Le persone pagano per informazioni in questa nicchia?

2. Convalida la tua offerta

Quindi, hai scelto una nicchia. Ora è il momento di dare un'occhiata molto più da vicino ai tuoi concorrenti per scoprire cosa stanno offrendo, chi li accetta su quelle offerte, come si rivolgono ai potenziali clienti, quanto successo hanno e altro ancora. Puoi anche utilizzare gli strumenti SEO per scoprire se le persone stanno cercando la tua nicchia (più persone la cercano, maggiore è la domanda). Un altro ottimo modo per scoprire se il tuo sito di appartenenza offre qualcosa che le persone stanno cercando è controllare forum online e social media per scoprire se le persone ne parlano.

3. Crea il tuo prodotto minimo praticabile

Se hai convalidato la tua offerta, probabilmente sai già se sei adatto al mercato del prodotto. Ora devi andare avanti e creare un prodotto minimo vitale (MVP) che puoi iniziare a vendere. Questo aiuta un po 'con la paralisi che a volte proviamo per i lanci di prodotti. Il tuo sito di appartenenza non deve essere completo o perfetto al 100%. Crea solo un pezzo di alta qualità che puoi vendere. Quindi, amplia la tua offerta man mano che ricevi feedback dai tuoi iscritti. Durante questo processo, probabilmente troverai un set principale di abbonati desiderosi di tutto ciò che hai da offrire. Scopri tutto quello che puoi su queste persone. Le persone come loro sono quelle a cui vuoi rivolgerti con il tuo marketing.

4. Costruisci una strategia di monetizzazione

Come farà il tuo sito di appartenenza a guadagnare?

Se hai risposto "le persone pagheranno per iscriversi", hai più piani da fare se vuoi che il tuo sito di abbonamento sia redditizio.

Come sempre, i tuoi concorrenti di maggior successo sono un'ottima fonte di informazioni. Scopri tutto quello che c'è da sapere sui loro prezzi. Cosa include l'iscrizione? Come presentano la loro offerta di prodotti o servizi (se vendono prodotti o servizi aggiuntivi)? Come sono strutturati i loro prezzi (prezzo singolo o più fasce di prezzo)?

Queste sono le domande a cui dovrai rispondere sui tuoi prezzi e sulle tue offerte per creare una strategia di monetizzazione .

5. Trova la piattaforma giusta

Esistono tutti i tipi di piattaforme di abbonamento come Kajabi , FreshMember e WishList Member che semplificano la creazione del sito di abbonamento dei tuoi sogni. Se utilizzi WordPress.org per gestire il tuo sito Web, esistono diversi plug-in di siti di appartenenza di alta qualità che ti consentiranno di trasformare il tuo sito Web WordPress in un sito di appartenenza con pochi clic.

È anche importante trovare la piattaforma giusta per gestire i pagamenti. Alcune piattaforme di abbonamento includono l'elaborazione dei pagamenti. In caso contrario, dovrai trovare un processore di pagamento che si integri con la tua piattaforma di iscrizione in modo da non dover tracciare manualmente nessuna di queste informazioni. Inoltre, vorrai essere in grado di creare facilmente coupon, aggiungere e rimuovere membri, contattare i clienti per aggiornamenti sulla fatturazione e altro ancora.

Dopo aver trovato la piattaforma del sito di appartenenza e il processore di pagamento giusti, sei pronto per creare e pubblicare i tuoi contenuti in base alle specifiche della piattaforma del sito di appartenenza prescelta.

6. Fai crescere la tua attività di abbonamento al sito di appartenenza

Il coinvolgimento dei membri è fondamentale per la tua crescita. Ciò potrebbe significare offrire webinar dal vivo, forum per soli membri o canali Slack, gruppi privati ​​di Facebook in cui i membri possono interagire con il proprietario dell'azienda e altro ancora. L'obiettivo è creare un sito di appartenenza che mantenga gli abbonati coinvolti e si sentano come se stessero costantemente ottenendo valore dal loro investimento. Puoi anche utilizzare i loro feedback e commenti per guidare le tue funzionalità, servizi e prodotti futuri.


Come vendere contenuti premium basati su abbonamento su OnlyFans, Patreon e altro

OnlyFans è salito alle stelle negli ultimi due anni e con buone ragioni. La piattaforma rende così facile per le persone offrire contenuti privati ​​in cambio di denaro. Ma non è l'unica opzione. Patreon è un'altra piattaforma di contenuti premium basata su abbonamento estremamente popolare che i creatori utilizzano per condividere contenuti premium con gli abbonati. Ecco alcune altre piattaforme di contenuti premium basate su abbonamento:

  • IsMyGirl. Vendi abbonamenti mensili, fan dei messaggi, crea contenuti personalizzati su richiesta e altro ancora.
  • IsMyGuy. L'alternativa per soli uomini a IsMyGirl.
  • LoyalFans. Vendi abbonamenti mensili, fan dei messaggi, crea contenuti personalizzati su richiesta e altro ancora.
  • MYM.fans. Vendi abbonamenti mensili, fan dei messaggi, crea contenuti personalizzati su richiesta e altro ancora.
  • FanCentro. Vendi abbonamenti mensili, fan dei messaggi, crea contenuti personalizzati su richiesta e altro ancora. Ottieni anche pagine di destinazione per promuovere la tua pagina.

Come puoi vedere, molte delle piattaforme di contenuti basate su abbonamento premium che sono ottime alternative a OnlyFans hanno tutte offerte di servizi simili. Ci sono anche tantissime alternative a Patreon che puoi utilizzare per monetizzare i tuoi contenuti:

  • Comprami un caffè. Una piattaforma di iscrizione basata su donazioni che accetta supporto una tantum e mensile dai tuoi fan.
  • Ko-fi. Simile a Buy Me a Coffee, gli abbonati possono fare donazioni mensili per i creatori.
  • IscrivitiStar. Una piattaforma di iscrizione indipendente che si rivolge a educatori, musicisti e artisti visivi.
  • Supporto per gli ascoltatori di ancoraggio. Un servizio in abbonamento in stile Patreon che consente ai creatori di ricevere donazioni ricorrenti dai fan.

Come creare un corso online

I corsi online sono un modo brillante per aumentare le entrate mensili ricorrenti e sono sorprendentemente facili da creare. Sono migliorati ulteriormente con l'aggiunta di una comunità online per i partecipanti al corso. Ecco come puoi creare un corso online che vende .


Stabilire un obiettivo

Cosa speri di ottenere con la tua newsletter a pagamento? Qual è il tuo argomento? How can you create enough value around that topic that people will pay you for it? A good starting place is to think about what you have expert knowledge about that you want to share with others. That's your niche. From there, you can write about anything as long as it's valuable to your audience and moves you toward your goal.


Create a Buyer's Journey

Creating a buyer's journey will help you create a solid sales strategy that moves potential customers through your marketing funnel . But there are some steps you need to take before you can create a buyer's journey.

First, you need to identify your ideal student. We recommend looking back through the section about creating a buyer persona and create buyer personas for each of the types of people you're targeting. Keep in mind not only what your target audience looks like but also how your online course can benefit them.


Choose a Subject

What course are you going to offer? Your subject has to be something valuable to your target audience, something that will help them advance in their career or grow in their personal life. Most online courses fit in one of these groups:

  • Expertise. If you're an expert in a certain field or subject, create an online course for it.
  • Personal experience. You don't have to be a professional to have knowledge about a topic that people will pay to learn about. You can draw on your personal experience to create a high-quality and valuable course.
  • New to you. If you don't have the expertise or personal experience in a topic, you can still create a great course about it. Sharing what you're learning in real-time is very helpful for the people who are also curious about your topic but don't want to go it alone.

Before you commit to a topic, be sure to check out your would-be competition to make sure that you have a full understanding of what's already available on your topic. Don't shy away from topics that have high competition—it just means that there's demand there. Of course, you don't want to fight with your competitors for scraps, so we recommend choosing a topic that has a nice, middle-of-the-road level of competition.


4Plan Out Your Online Course

Start by creating an outline of what you'll cover in your course. With that outline, you'll have a better understanding of how many lessons your course will need. You'll also want to look for ways you can increase your course's value and price through upsells and bonus content.

After you've outlined your course, you'll need a way to make it pretty, create an online course landing page , and deliver it.


Find the Right Online Course Platform

There are quite a few online course platforms available, from all-in-one solutions like Thinkific to learning marketplaces like Udemy. You can even build them into your own site if you want to host everything on your own. With all of the options you have available to you, here are some things you can look for to narrow down your online course platform choices for your subscription-based business:

  • Community. An engaged online community is a big selling point for online courses. The platform you choose should include a community element so students can develop relationships and learn from one another.
  • Dynamic courses. You don't want to deliver a block of text. You can, of course, but courses with dynamic content like images, videos, downloads, GIFs, and more will be a much bigger draw for potential students.
  • Expansion. You're probably not going to stop at a single course, so look for a platform that makes it easy to add additional content and more courses... and maybe even add breakout and mastermind groups.
  • Portability. Everyone is on their mobile devices these days. Find an online course platform that will be with students wherever they are, accessible from both desktop and mobile devices.

Establish Pricing

Online course pricing varies widely. That makes figuring out the right price for your subscription-based online course a bit tricky. When you're working out pricing for your course, here are some things to take into account:

  • How long it took you to create the course
  • The quality of the course and associated content
  • How involved you (or the instructors) will be in providing live sessions, feedback, etc.
  • The value the course creates for students in the long-term

When setting the price for your course, it can help to look to your competitors to find out what they're charging for their courses. You'll also want to consider your target audience and how much they can afford or are willing to pay.


Launch Your Online Course

You're ready to launch! We recommend launching your course to a small group before releasing it to the world. This gives you a chance to test your course and get feedback from your testers so you can tweak your course before your full launch. If your test launch goes well, or you've adopted the necessary changes, you're ready to market your online course to the world.


Marketing Your Subscription-Based Business

Congratulazioni! Your subscription-based business is launched. E adesso cosa?

Marketing.

You've put a lot of work into getting your subscription-based offering ready for your target audience and now you need to do the work of promoting it. Fortunately, with the rise of social media, the steady reliability of email marketing , and the power of partnerships and influencer relationships, marketing your course can actually be pretty easy and even fun.

Marketing via email

Email marketing has the best ROI of any marketing channel with a 4200% return . That means that you have the potential to earn $42 for every $1 you spend. Your email list is the first and best place to begin marketing your subscription-based business. You can even use a free trial or mini-course to encourage your email subscribers to try out your subscription-based business.

Social media marketing

Una presenza sui social media è importante per qualsiasi azienda, ma se vendi un prodotto o un servizio in abbonamento è fondamentale essere attivi sulle piattaforme di social media utilizzate dal tuo pubblico di destinazione. Assicurati di creare una pagina o un profilo per la tua attività su LinkedIn, Facebook, Twitter, Instagram e qualsiasi altra piattaforma di social media che abbia senso per raggiungere il pubblico giusto. Oltre a ciò, dovrai utilizzare strategie di social media marketing per mantenere il tuo pubblico coinvolto ed entusiasta del tuo marchio e di ciò che hai da offrire.

Partnership e Influencer Marketing

L'influencer marketing è un modo fantastico per creare entusiasmo per la tua attività basata su abbonamento. Dovrai trovare un influencer che si adatti alla personalità del tuo marchio e che apprezzi e comprenda i prodotti e i servizi che vendi. E non aver paura di contattare la tua rete per trovare altre persone e aziende con cui collaborare.


Creazione di un'attività basata su abbonamento che vende

Indipendentemente da ciò che vendi, un modello di entrate da abbonamento ti aiuta a generare entrate nel tempo, spendendo meno per trovare continuamente nuovi clienti. Con le informazioni che abbiamo fornito qui, hai tutto il necessario per avviare un'attività basata su abbonamento che vende.