Le 10 principali metriche del sito web da misurare per migliorare le conversioni

Pubblicato: 2020-12-04

L'unico modo per sapere con certezza quanto sia efficace il tuo sito web nel convertire i visitatori in clienti è attraverso l'analisi delle metriche del sito web. Non si può negare che l'analisi dei dati sia ora in aumento. È un dato di fatto, più di 70 milioni di siti web utilizzano ora strumenti di analisi dei dati web. Google Analytics è in cima alla lista con il 40% del tasso di utilizzo.

Senza le metriche del sito web, la tua strategia di marketing del sito web diventa più un gioco di ipotesi, che può portarti a sprecare tempo e denaro in tattiche che semplicemente non funzionano. Tuttavia, con le giuste metriche del sito web, puoi determinare quali sforzi di marketing stanno funzionando e quali no e utilizzare queste informazioni per adattare e adattare la tua strategia di marketing digitale.

Se non sai cosa dovresti misurare, non preoccuparti! Abbiamo te. Di seguito, discuteremo quali metriche del sito web è necessario utilizzare per misurare con precisione le conversioni. Forniremo anche alcuni suggerimenti su come migliorare il tuo sito web per aumentare i tassi di conversione.

Le 10 principali metriche del sito web per la conversione

Prima di poter iniziare ad apportare modifiche al tuo sito web per migliorare le conversioni, devi sapere cosa stai misurando. Ecco le 10 principali metriche del sito Web per la conversione che ogni azienda dovrebbe misurare:

1. Valore per visita

metriche del sito web

Il valore totale per visita è una metrica del sito web che ti aiuta a capire meglio quanto valore stai effettivamente ottenendo dal numero di visitatori che porti al tuo sito. Molti nuovi visitatori non si convertono durante la prima visita, il che rende un po 'complicato il monitoraggio del valore o delle entrate per visita.

Se possiedi un'attività di e-commerce, è facile tenere traccia delle entrate da diverse transazioni. Utilizzando un codice personalizzato incorporato nel tuo carrello, puoi monitorare quali singole pagine stanno generando il maggior numero di conversioni e come le persone arrivano a queste pagine. Dopo aver ottenuto queste informazioni, puoi quindi assegnare un valore a pagine diverse e capire meglio quali pagine devono essere ottimizzate meglio per le conversioni.

Anche se non hai un'attività di e-commerce in cui vendi prodotti fisici, puoi monitorare le entrate per conversione o lead assegnando un valore a ciascun lead in base al valore che hanno per la tua azienda. Google Analytics lo rende semplice con la sua funzione Obiettivi. Puoi impostare gli obiettivi degli eventi, che non sono legati a un URL specifico, ma piuttosto tracciare circostanze diverse da te definite.

Gli obiettivi in ​​Google Analytics ti aiutano a valutare i visitatori che arrivano al tuo sito dividendo la quantità di denaro che guadagni per il numero di visitatori unici che accedono al tuo sito. Questo ti aiuta a capire quanto vale ogni visitatore. Conoscere il valore stimato per visita può aiutarti quando stai dando la priorità a diverse campagne o stai lavorando per apportare modifiche a diversi elementi del tuo sito nel tentativo di aumentare le conversioni.

Assicurati di installare Google Analytics per valutare e sfruttare le metriche critiche del sito web.

2. Costo per conversione

Il costo per conversione tende a essere trascurato, ma è una delle metriche più importanti del sito web da misurare nel tempo in quanto ti aiuta a capire quanto stai pagando per ogni conversione. Anche se hai tassi di conversione elevati, se anche il tuo costo per conversione è elevato, potresti scoprire che il tuo reddito netto potrebbe non essere favorevole. Con tassi di costo per conversione elevati, a volte il tuo reddito netto può anche essere zero o negativo, indicando che stai spendendo di più per convertire i clienti di quanto stai effettivamente facendo in base al valore delle conversioni.

Se scopri che il tuo costo per conversione è più alto di quanto vorresti, dai un'occhiata alla tua strategia di conversione per vedere dove potrebbero esserci opportunità di miglioramento. Esistono altre strategie più convenienti che potresti utilizzare per portare le persone sul tuo sito e influenzare le conversioni? Tieni a mente questi costi mentre lavori per migliorare i tassi di conversione nel tempo.

3. Tasso di conversione

metrica del sito web

Il tasso di conversione di ogni pagina rappresenta la percentuale di persone che hanno convertito su quella pagina. Che si tratti di compilare un modulo per i lead o di effettuare un acquisto, la conversione si basa su ciò che desideri che il tuo pubblico faccia su quella particolare pagina. Le pagine con tassi di conversione elevati indicano che la pagina ha un buon rendimento ed è efficace nell'incoraggiare l'azione desiderata.

Puoi confrontare i tassi di conversione di diverse pagine di destinazione per capire meglio quali tattiche sono efficaci per convertire il tuo pubblico di destinazione. Ad esempio, se scopri che una particolare pagina di destinazione ha un alto tasso di conversione, puoi rivisitare questa pagina per vedere quali tipi di elementi di design o contenuti potrebbero essere più attraenti per il tuo pubblico di destinazione. Allo stesso modo, se scopri che alcune pagine hanno tassi di conversione bassi, ti consigliamo di rivisitare quelle pagine per vedere come potresti migliorare gli elementi per aumentare le conversioni.

4. Numero totale di visite o sessioni

È importante sapere quante persone, nuovi visitatori e visitatori di ritorno, stanno raggiungendo il tuo sito in generale. Indipendentemente dal fatto che entrino nella tua home page, in una pagina di destinazione unica o persino in un post di un blog, conoscere il numero di persone che visitano ogni pagina ti aiuta a capire un quadro generale di come determinate campagne stanno aiutando a indirizzare il traffico al tuo sito. Puoi utilizzare il numero totale di sessioni o visite alla tua pagina per capire meglio quale percentuale di visitatori sta convertendo.

Per le campagne più sane ed efficaci, vedrai una crescita costante del numero di sessioni da ciascuna sorgente di referral. Se noti che il numero di sessioni inizia a diminuire, puoi visitare nuovamente la fonte di riferimento per identificare i problemi. Ad esempio, se vedi che le sessioni da Facebook iniziano a interrompersi, potresti considerare di modificare il tuo approccio.

5. Pagine principali

Nella sezione "Comportamento" di Google Analytics, sarai in grado di vedere quali sono le pagine principali del tuo sito quando si tratta di volume di traffico. Guardare le visualizzazioni di pagina ti consente di identificare quali delle tue pagine sono più popolari, il che può aiutarti a capire meglio quali argomenti il ​​tuo pubblico trova importanti o risponde.

Di seguito è riportato un esempio di screenshot delle prime pagine di Buffer.

metriche del sito web

Oltre alle visualizzazioni di pagina, puoi anche esaminare quali sono le tue pagine principali in termini di condivisioni sui social. Queste informazioni forniranno anche informazioni preziose sui tipi di contenuti che piacciono al tuo pubblico e trovano abbastanza preziosi da poterli condividere sui social network. Sebbene Google Analytics non fornisca queste informazioni, puoi trovarle utilizzando un plug-in di WordPress o un'altra piattaforma di analisi dei social media.

Una volta che sai quali pagine sono più popolari e hai identificato i tipi di contenuti che piacciono di più al tuo pubblico, puoi quindi apportare modifiche al tuo sito Web in base a queste informazioni. Puoi creare contenuti aggiuntivi su questi argomenti o entrare più in dettaglio nelle pagine esistenti che hanno un elevato traffico di ricerca. In questo modo aumenterai anche l'esperienza utente nel tuo sito web.

6. Sorgenti di traffico

L'analisi delle sorgenti di traffico ti aiuta a capire da dove provengono i numeri di traffico del tuo sito quando i visitatori arrivano per la prima volta al tuo sito. Nel nostro elenco di metriche del sito Web, questo è estremamente importante. Soprattutto se spendi soldi in campagne pubblicitarie.

Le tre principali fonti di traffico del sito web sono i visitatori diretti, i visitatori di ricerca e i visitatori di riferimento. I visitatori diretti sono quelli che arrivano al tuo sito digitando l'URL direttamente nel loro browser. Mentre i visitatori della ricerca accedono al tuo sito tramite i motori di ricerca e i visitatori di riferimento visitano il tuo sito da un altro blog o sito menzionato dal tuo marchio.

È importante mirare a un mix di diversi tipi di sorgenti quando si indirizza il traffico in entrata. Osservando le diverse sorgenti di traffico, puoi capire meglio quale delle tue campagne funziona bene per portare più traffico al tuo sito. Ad esempio, se ti sei concentrato sulla creazione di nuovi contenuti SEO per il tuo sito web e blog, puoi tenere d'occhio il volume di ricerca organico per vedere se questo contenuto ha migliorato il traffico sul tuo sito.

metriche del sito web Questa immagine mostra la dashboard di Google Analytics con informazioni pertinenti sulle sorgenti di traffico e sui tassi di conversione.

Poiché ogni sorgente di traffico funziona in modo leggermente diverso, ti consigliamo di esaminarle separatamente quando identifichi le aree di miglioramento. Se scopri che alcune sorgenti di traffico stanno portando frequenze di rimbalzo più elevate, ciò può indicare che il traffico in arrivo al tuo sito è irrilevante. In questo caso, rivisita la tua strategia per vedere come puoi attirare lead più qualificati sul tuo sito.

7. Tempo medio trascorso sul sito

metriche del sito web

La metrica del tempo sul sito web del sito ti dice quanto tempo i visitatori hanno trascorso sul tuo sito in base alla visita. Puoi anche scoprire quanto tempo i visitatori trascorrono in media su ciascuna pagina del sito. Il tempo trascorso sul sito ti aiuta a capire meglio quanto siano coinvolgenti o efficaci i tuoi contenuti. Una pagina scritta male può indurre i visitatori a lasciare immediatamente, mentre una pagina con contenuti scritti bene può mantenere i visitatori coinvolti e spingerli verso la conversione. È un dato di fatto, secondo una recente ricerca, la maggior parte degli utenti trascorre solo meno di 15 secondi in una pagina subito dopo averla cliccata. Se non attiri la loro attenzione entro quel lasso di tempo, lasceranno il tuo sito web e andranno su un altro.

È anche importante notare che i motori di ricerca come Google utilizzano questa metrica del sito Web per aiutarli a determinare quanto è buono il tuo sito web. Sebbene i bot di Google non abbiano modo di capire se il contenuto del tuo sito è ben scritto o pertinente, possono guardare ai tuoi visitatori per alcune indicazioni sull'efficacia del contenuto del tuo sito in base alla durata della permanenza dei visitatori sulla pagina.

Quando si tratta di conversione, il tempo trascorso sulla pagina può aiutare a rivelare alcune aree del tuo sito che potrebbero richiedere del lavoro per migliorare i tassi di conversione. Se noti che alcune pagine sembrano allontanare i visitatori piuttosto rapidamente, è un buon segno che devi rivisitare queste pagine e la tua strategia di web marketing per apportare modifiche se vuoi migliorare le conversioni.

8. Interazioni per visita

Se i tuoi visitatori non si convertono alla loro prima visita, è importante capire quali azioni stanno intraprendendo sul tuo sito. Ogni volta che un visitatore visualizza una nuova pagina, commenta un post di un blog o trascorre una notevole quantità di tempo a guardare determinati contenuti, questa è considerata un'interazione importante che ti aiuterà a comprendere meglio il comportamento del visitatore. Più comprendi come i visitatori interagiscono con il tuo sito, più è probabile che sarai in grado di apportare modifiche e aggiustamenti che migliorano i tassi di conversione.

La metrica delle interazioni per visita ti dà un'idea migliore di quante interazioni le persone fanno sul tuo sito in una visita. Osservando quante interazioni prendono i visitatori e quali sono queste interazioni, puoi capire meglio il loro percorso di acquisto. L'obiettivo non è solo aumentare il numero di interazioni per visita, ma anche capire quale di queste interazioni contribuisce a generare conversioni. Ad esempio, se il download di una determinata risorsa di contenuto tende a generare conversioni più elevate, è possibile identificare modi per indirizzare più visitatori al download di questo contenuto nel tentativo di migliorare i tassi di conversione.

9. Frequenza di rimbalzo

La frequenza di rimbalzo è una delle metriche più importanti del sito web. La frequenza di rimbalzo per una pagina del sito web è la percentuale di persone che hanno lasciato il tuo sito web immediatamente dopo aver guardato la pagina. Ad esempio, se qualcuno arriva alla home page del tuo sito web dal motore di ricerca o da un post sui social media e se ne va rapidamente prima di fare clic su qualsiasi altra pagina, questo sarà considerato un rimbalzo. L'obiettivo è avere una frequenza di rimbalzo il più bassa possibile.

Se una determinata pagina Web ha una frequenza di rimbalzo elevata, ti consigliamo di rivisitare quella pagina per provare a determinare cosa sta succedendo. Una frequenza di rimbalzo elevata può indicare una serie di problemi. Uno dei problemi più comuni è che la pagina non è ottimizzata per le conversioni. In tal caso, potrebbe essere necessario ridisegnare la pagina o aggiornare il contenuto per ridurre la frequenza di rimbalzo e mantenere le persone sulla pagina per avvicinarle alla conversione.

Come accennato in precedenza, un altro problema comune che potrebbe influire sulla frequenza di rimbalzo è la sorgente di traffico. Se scopri che alcune sorgenti come il traffico di Facebook o le fonti di referral stanno portando traffico con frequenze di rimbalzo elevate, ciò potrebbe significare che il traffico è irrilevante. In questo caso, ti consigliamo di rivisitare queste fonti per assicurarti che il traffico in arrivo al tuo sito sia più pertinente.

10. Esci da pagine

Per molti siti Web di marchi, i visitatori devono andare oltre la home page o la pagina di destinazione per completare una conversione. Se vuoi migliorare le conversioni, è importante capire su quale pagina stanno lasciando i tuoi visitatori. L'identificazione delle pagine di uscita può spesso aiutarti a capire dove il visitatore potrebbe incontrare difficoltà che impediscono loro di completare la conversione.

Ad esempio, supponiamo che tu noti che molti dei tuoi visitatori stanno uscendo durante il processo di checkout. Anche se questo potrebbe essere solo un tipico comportamento di abbandono del carrello, potrebbe anche segnalare qualcosa di più serio come una difficile usabilità del processo di checkout o qualcosa che potrebbe non funzionare correttamente. Ciò indicherebbe che potrebbe essere il momento di rivedere la procedura di pagamento per assicurarti che sia ottimizzata per il pagamento dell'acquirente.

Comprendere le percentuali del tasso di uscita può anche essere un'indicazione che il design o la copia sulla pagina non è efficace. Quando guardi le pagine di uscita, se scopri che molti visitatori stanno lasciando la stessa pagina in cui sono entrati, potrebbe essere il momento di rivisitare quella pagina. Per le pagine di destinazione, puoi confrontare quelle con i tassi di conversione più elevati con quelle con le percentuali di uscita più elevate e adattare la tua strategia per le pagine con rendimento inferiore.

Come migliorare il tuo sito web per le conversioni

Ora che hai una migliore comprensione di quali metriche del sito web ti aiutano a migliorare le conversioni, parliamo di alcune modifiche che puoi apportare per aumentare le conversioni del sito web in base alle informazioni che ottieni dall'analisi.

L'invito all'azione o CTA svolge un ruolo importante nell'aiutarti a trasformare i visitatori del tuo sito in clienti. Se le pagine del tuo sito non hanno un CTA o il CTA non si trova in un'area facile da individuare, potresti perdere opportunità di conversione. Per le pagine con tassi di conversione bassi, verificare di aver incluso CTA nella pagina in aree che hanno senso in base all'esperienza del sito del visitatore. Quindi, cerca altre aree del tuo sito in cui potresti includere un altro invito all'azione.

2. Ottimizza la procedura di pagamento.

Se scopri che i visitatori stanno arrivando alla pagina di checkout ma non portano a termine la conversione, questo potrebbe essere un segno che c'è qualcosa che non va nella tua procedura di checkout. Mantieni semplice il percorso verso la conversione richiedendo il minor numero di passaggi possibile per il checkout. Potresti anche voler esaminare la pagina stessa per assicurarti che i tempi di caricamento o i problemi con i carrelli degli acquisti non siano ciò che impedisce ai visitatori di effettuare un acquisto finale.

3. Riduci il numero di distrazioni.

Uno dei motivi principali per cui i visitatori potrebbero non convertirsi è che sono distratti da qualcos'altro. Sebbene tu non abbia alcun controllo sulle distrazioni esterne che i visitatori potrebbero dover affrontare, puoi eliminare le distrazioni sulla pagina che potrebbero trattenere i visitatori dalla conversione. Ad esempio, se hai CTA che portano a più pagine alla fine del tuo blog, questo può ridurre le tue possibilità di attirare visitatori sulla pagina a cui vuoi che vadano. Allo stesso modo, se il tuo modulo di iscrizione si trova nella barra laterale del tuo sito accanto a un altro CTA o annuncio, anche questo può essere fonte di distrazione. Elimina queste distrazioni per aumentare le tue possibilità di conversione.

4. Rivedi i tuoi titoli.

Hai solo pochi istanti per attirare l'attenzione dei tuoi visitatori e mantenerli sulla pagina. Il titolo gioca un ruolo fondamentale nel dare la giusta prima impressione e attirare l'attenzione del visitatore in modo che continui a leggere. Sebbene scrivere un titolo che attiri l'attenzione sia più facile a dirsi che a farsi, vale la pena testare titoli diversi per vedere cosa funziona per il tuo pubblico di destinazione.

Hai bisogno di aiuto per misurare le metriche del sito web o adattare la tua strategia di marketing del sito web per migliorare le conversioni? Il team di LYFE Marketing vorrebbe aiutarti a riprogettare il tuo sito web e i tuoi contenuti per aumentare il tuo tasso di conversione. Contattaci oggi per iniziare: (404) 596-7925.